Roseto, spettacolo a sostegno Aism, “Spaventati mai. Storie folli di vite normali”

Venerdì 27 febbraio, dalle ore 21,00 in poi, al cinema Odeon di si svolgerà uno spettacolo teatrale a sfondo sociale dal titolo “Spaventati Mai! – Storie Folli di Vite Normali”, organizzato dal gruppo Giovani della Sezione AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, “Annamaria Veroni” di Teramo della Sezione provinciale AISM, con il patrocinio del Comune di Roseto degli Abruzzi. Il ricavato della manifestazione andrà in favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM), sezione di Teramo.

Alla conferenza stampa di presentazione tenuta in municipio il sindaco Enio Pavone a proposito della sclerosi ha detto: “Purtroppo nelle traversie della vita, non sappiamo cosa ci può capitare, perciò dobbiamo saperci attrezzare. Sono rimasto molto colpito dopo aver assistito alla prima di questo spettacolo al teatro di Atri. Si tratta infatti di una rappresentazione molto bella e divertente, che ti coinvolge e ti invita a riflettere. Ho voluto subito fare i complimenti ai ragazzi del gruppo Giovani della Sezione AISM di Teramo che hanno recitato benissimo calandosi perfettamente nel ruolo e da lì è partita l’idea di portarlo anche qui a Roseto degli Abruzzi. Ci siamo subito attivati e, grazie alla preziosa collaborazione del Presidente provinciale della Sezione AISM di Teramo, Pietro Enzo Di Giulio, che è anche capogruppo della nostra maggioranza a Roseto degli Abruzzi, ed alla disponibilità del signor Gianfranco Di Meco, titolare del Cinema Odeon che ci ha messo a disposizione gratuitamente la Sala, questo piccolo sogno si è realizzato. Invito tutti a venire a vedere questa esibizione, si tratta di un qualcosa di unico, un esempio concreto di come, anche dinanzi alle difficoltà della vita, si riesca a trovare la forza per fare delle cose belle per se e per gli altri”.

Dentro l’AISM, c’è poi un gruppo giovane, rappresentato a roseto in conferenza stampa da Viola Petrini. Proprio questa componente giovanile ha organizzato lo spettacolo che andrà in scena il 27 a Roseto, dopo che lo stesso è già stato rappresentato ad Atri. Queste le sue parole in conferenza: “Vogliamo ringraziare di vero cuore il Sindaco Pavone e l’Amministrazione rosetana per il supporto che ci ha dato e ci sta dando. Quello che vogliamo lanciare con questa rappresentazione è un messaggio di speranza, che si può andare oltre la disabilità ed avere una vita normale e piena. Il nostro gruppo è nato nel 2013 e da subito si è messo al lavoro grazie al contributo di tante persone che si sono compattate per andare oltre il semplice individualismo. Questo spettacolo abbiamo deciso di dedicarlo Cristina Florimbi, da sempre anima dell’AISM, senza la quale il nostro gruppo non sarebbe mai esistito: lei ci ha dato forza, coraggio e la spinta per andare avanti sempre con il sorriso: a lei dobbiamo tanto”.

La regia è di Mario Villani, del gruppo teatrale “Il Draghetto”. Villani ha costruito le scene partendo dai monologhi dei ragazzi, usando la tecnica delle carte e dei tarocchi (la locandina né un esempio) mutuata addirittura dai lavori di Italo Calvino. Con un finale ispirato a Giulietta e Romeo, qui trasfigurati in Rometta e Giulico nelle vesti di due venditori ambulanti di porchetta locale. Una operazione teatrale che ha coinvolto anche assistenti e collaboratori, oltre che i ragazzi ovviamente.

“Siamo riusciti ad interessare le istituzioni – ha detto Viola Petrini – ad andare oltre la disabilità. Da soli – ha aggiunto – si è spaventati, ma insieme non ci si scoraggia. Come la coraggiosissima Cristina Florimbi, l’indimenticata nostra compagna cui questo spettacolo è dedicato”.

E l’iniziativa è riuscita anche nel “miracolo” (non scontato a Roseto) di andare oltre gli schieramenti politici, con tutti i consiglieri comunali che stanno contribuendo a vendere i biglietti, come ha detto Enzo Di Giulio.

In Municipio alla conferenza stampa la presenza dell’ex vice sindaco Teresa Ginoble, oggi, capogruppo Pd ex-assessore al sociale di Roseto.

Il sociale e Roseto, dunque: una tradizione che va, appunto, oltre. Come testimonia Alessandro Recchiuti, attuale responsabile politico del settore, che sta reggendo una situazione ancor più difficile del passato per via dei tagli statali al settore medesimo: “Oggi davvero per vivere una vita normale bisogna essere un po’ folli”: ha detto stamattina. “Sono veramente felice che si tenga questo spettacolo a Roseto degli Abruzzi e l’auspicio è che in tanti riempiano il cinema Odeon. Voglio fare i complimenti a questi ragazzi perché bisogna essere folli e forti per vivere una vita normale in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo” ha aggiunto l’Assessore alle Politiche Sociali, Alessandro Recchiuti.

In una città che comunque “resta vicina al disagio, raccogliendo fondi in ogni modo, è un messaggio forte e di speranza, è un invito a non mollare ed a vivere pienamente la propria vita malgrado le difficoltà, un qualcosa di unico che merita tutta la nostra attenzione e vicinanza” ha aggiunto Maristella Urbini, vicesindaco di Roseto.

Come ha spiegato il regista di “Spaventati Mai! – Storie Folli di Vite Normali”, Mario Villani, si è partiti con dei piccoli laboratori teatrali per i ragazzi del gruppo e da lì, pian piano, è nata l’idea di questa rappresentazione che parte dalle storie e dalle esperienze di vita reale di queste persone. “Abbiamo mescolato personaggi e monologhi per uno spettacolo che facesse trasparire la grande forza e la voglia di vita che queste persone hanno: il risultato è un qualcosa di unico e molto coinvolgente” ha sottolineato il regista.

In provincia di Teramo l’AISM è presieduta dal dottor Enzo Di Giulio.

L’Aism di Teramo ha cinque auto attrezzate, organizza incontri, ma principalmente fornisce sostegno agli aventi diritto.

“Questa rappresentazione non vuole essere solo una raccolta fondi, che è pure importante per permettere di portare avanti le attività dell’Associazione, ma punta anche a sensibilizzare ed informare la collettività su questa patologia che colpisce, purtroppo, tanti giovani – ha dichiarato il Presidente provinciale della Sezione AISM di Teramo, Pietro Enzo Di Giulio – voglio ringraziare di vero cuore il Sindaco, Enio Pavone, e tutti i consiglieri rosetani che si sono impegnati per far sì che questo spettacolo fosse rappresentato nella nostra città e hanno dato una grossa mano per vendere i biglietti. Invito tutti ad assistere alla rappresentazione, ne vale realmente la pena”.

“Roseto degli Abruzzi si conferma città attentissima al sociale e sempre pronta a dare una concreta mano quando si tratta di supportare queste iniziative – ha concluso il tesoriere e storico membro della Sezione AISM di Teramo, Rodolfo Graziani – a tutta l’Amministrazione ed agli amici dell’Associazione Nazionale Carabinieri vanno i nostri più sentiti ringraziamenti per il grande impegno che hanno messo per rendere possibile questa serata”.

L’ingresso allo spettacolo è ad offerta minima di 10,00 euro.

La cittadinanza è invitata a partecipare e ad offrire il proprio contributo.

Luciano Di Giulio