Alba Adriatica, in chiesa urla Allah Akbar

Un uomo improvvisamente entra in chiesa, durante la funzione religiosa della sera dell’Epifania, urlando Allah Akbar. Un’espressione famosa, di questi tempi, associata alle attività degli estremisti islamici.


La scenata di un mitomane briaco. Situazione,  che basta poco per generare paura e apprensione in chiesa, e alimentare una sorta di fuggi fuggi dal luogo di culto. L’episodio, deprecabile, si è verificato durante la funzione religiosa delle ore 18,00 nella chiesa di Sant’Eufemia ad Alba Adriatica.

In chiesa è entrato un uomo (che poi si è scoperto essere un romeno di 41 anni, senza fissa dimora in Italia, con dei precedenti di polizia) che mentre don Stefano stava officiando la funzione religiosa, dai primi banchi ha iniziato ad urlare Allah Akbar. Sorpresa e paura per i circa 50 fedeli che si trovavano in chiesa in quel momento. Immediata la chiamata al 112 e sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri della stazione di Alba Adriatica, mentre il parroco v cercava di rassicurare i fedeli.

Il romeno, decisamente alticcio, è stato prelevato dalle forze dell’ordine, senza opporre resistenza e trasferito in caserma. Di seguito con un’ambulanza, trasportato in ospedale a Giulianova per le cure del caso.