Roseto Sharks dice basta a pseudo tifosi e si rivolge alle autorita’

Il Roseto Sharks s.s.d. ar.l.  intende esprimere la propria ferma  condanna per i gravi fatti accaduti al termine dell’incontro di domenica  scorsa tra la Hertz Cagliari e il Roseto Sharks e che hanno avuto come  responsabili componenti del solito gruppetto di pseudo-tifosi rosetani  che, in ogni trasferta, si è contraddistinto per offese e improperi nei  confronti dei giocatori, del coach, dello staff rosetano oltre che nei  riguardi dei responsabili del Roseto Sharks e della società Stella  Azzurra Roma.

 In questa occasione riteniamo sia stato superato ogni limite, tenuto  conto che al termine della gara, oltre a gravi offese verbali, insulti,  ingiurie e sputi, sono stati lanciati oggetti di vario genere contro  allenatore, staff e giocatori ed è stata tentata un’aggressione  all’uscita degli spogliatoi nei riguardi di uno dei due vice-allenatori.

 Per questi motivi, che si aggiungono a tutte le altre manifestazioni di  contestazione incivile a cui si è assistito nelle gare in trasferta  finora sostenute, è giunto il momento di dire basta e mettere fine ad  ogni tipo di comportamento che non rientri nei leciti canoni si civiltà  e correttezza a cui ogni pubblico maturo e autenticamente sportivo  dovrebbe sempre attenersi.

 Pertanto la società da deciso di rivolgersi alle autorità competenti al  fine di identificare questi individui e mettere in atto ogni azione  utile affinchè venga impedito, in futuro, il ripetersi di episodi  violenti di questo genere che nulla hanno a che vedere con lo sport o le  buone maniere e che, tra l’altro, sono un esempio deteriore per i  giovani, compresi quelli  nei riguardi dei quali  si svolge la maggior  parte dell’attività sportiva ed agonistica  del Roseto Sharks e  dell’Academy.

 Il Roseto Sharks intende manifestare la propria solidarietà per  l’episodio accaduto al Coach Germano D’Arcangeli, all’intero staff  tecnico e a tutti i giocatori del roster che sono impegnati a disputare  un difficile campionato di A2 di basket, solidarietà e vicinanza che,  siamo certi, verrà manifestata nei prossimi giorni anche dai tanti  tifosi rosetani che hanno realmente a cuore le sorti della pallacanestro  cittadina e la domenica desiderano poter assistere serenamente e in  tranquillità, con la propria famiglia, ad un evento sportivo che  prosegue la tradizione cestistica di Roseto.