Roseto, 140 mila euro al borgo di Montepagano

Il Comune di Roseto degli Abruzzi approva oggi in Giunta il progetto definitivo di valorizzazione, recupero e rivitalizzazione del borgo di Montepagano attraverso il finanziamento di 140 mila euro concesso dalla Regione Abruzzo. La misura rientra nell’ambito del Masterplan Abruzzo nell’asse che riguarda i “Borghi”. La proposta progettuale, illustrata dall’assessore ai Lavori Pubblici Tacchetti, prevede tre ambiti di intervento: uno consiste nel recupero del parco pubblico adiacente al campanile, l’altro riguarda il belvedere in via da Borea, e l’ultimo è destinato a Porta da Piedi.

L’ambito di intervento A è un’area di verde pubblico attrezzato, destinata a spazio di sosta e parco giochi. Si staglia sul margine ovest del borgo, compresa nell’area al di sotto del campanile dell’antica chiesa di Sant’Antimo (demolita nel 1876) e a ridosso della sala polifunzionale, utilizzata dalla comunità come spazio assembleare e di eventi. L’ipotesi di intervento tende a riqualificare l’area destinata a verde pubblico attrezzato attraverso interventi volti a ripristinare lo spazio di sosta e di gioco con nuovi giochi e attrezzature ludiche dove sarà realizzata anche una nuova base in gomma a protezione dell’area. Saranno inoltre piantumati tre nuovi alberi per l’ombreggio della zona gioco. Sarà realizzata una pavimentazione in ghiaia la quale risulta perfettamente drenante e utile alla circolazione delle persone con disabilità motorie. Saranno inoltre installate quattro nuove alberature e tre nuove panche.

L’area di intervento B è situata sul fronte nord del margine del borgo lungo via da Borea. Si tratta di un’area compresa tra la sede stradale e una scarpata, ad oggi pavimentata. La” proposta” progettuale” prevede” la realizzazione di un belvedere e la sistemazione del marciapiede lungo via da Borea. Saranno utilizzate pavimentazioni in laterizio e acciottolato. Nella porzione centrale del belvedere, vista la possibilità di veduta panoramica, sarà realizzato un podio: un piano rialzato rispetto alla pendenza originale della pavimentazione utile a costruire un punto privilegiato di veduta e nell’eventualità di una seduta. Saranno realizzate nuove balaustre in ferro sul lato della scarpata e una siepe di delimitazione dell’area pedonale. Il progetto prevede anche l’installazione di nuovi corpi illuminanti.

L’ambito C, a ridosso di Porta da Piedi, prevede la ri-funzionalizzazione dell’area parcheggio sotto le mura medievali a spazio pubblico con nuove pavimentazioni. Visto il dislivello tra il basamento del muro di cinta e la rete stradale, si prevede una operazione di scavo per livellare le quote. Il dislivello sarà colmato con un sistema basamentale in acciaio zincato e verniciato. Il progetto prevede la valorizzazione del mura di cinta attraverso un elemento architettonico e inoltre sarà realizzato un sistema di sedute con lastre in pietra di travertino per creare uno spazio di sosta. Infine il basamento, il cui interno sarà riempito con materiale arido, è stato pensato come spazio interno tecnologico per la predisposizione del sistema di illuminazione del muro medievale. Particolarmente orgoglioso, dell’intervento illustrato dall’assessore Tacchetti, si è detto il consigliere Simone Aloisi che ha seguito da vicino l’iter del finanziamento e della progettazione. Da questo momento, grande importanza riveste il crono-programma. L’assessore Tacchetti darà in questi giorni mandato agli uffici per predisporre la gara, mentre per quel che riguarda le priorità Aloisi e il vicesindaco hanno idee chiare: “Partiremo subito con la riqualificazione del parco pubblico che rappresenta il primo biglietto da visita del borgo e che, come tale, è indispensabile che si presenti al meglio per la stagione estiva. Contiamo di concludere gli interventi A e C già entro la primavera – dice Aloisi – per poi dare seguito al completamento della misura B. Il tutto entro il 2019” . L’amministrazione presenterà il progetto ai paganesi nel corso di un incontro pubblico convocato per martedì 26 febbraio alle 21 nella Sala Polifunzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *