Teramo, Benedetto Lupo suona per la Riccitelli

benedetto-lupo

Il celebre pianista a in un omaggio a Robert Schumann.
Nuovo emozionante appuntamento per la 40ͣ Stagione dei concerti della Riccitelli, sabato 6 aprile alle ore 18 con Benedetto Lupo, un omaggio al pianismo più puro con un programma interamente dedicato a Robert Schumann nell’esecuzione di alcune tra le sue composizioni più complesse e interessanti: Kinderszenen op. 15, Kreisleriana op.16, Tre romanze op. 28, la Sonata n.2 op. 22.


Considerato dalla critica internazionale uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione (“le interpretazioni di Lupo, libere da qualsiasi prevedibilità e routine, sono interamente personali, meditate e fresche. Durante l’intero concerto, il pubblico lo ha ascoltato in quel rapito silenzio, riservato al miglior modo di far musica” – pubblicato dal Washington Post dopo uno dei suoi recital), Benedetto Lupo si è imposto all’attenzione del mondo musicale con l’affermazione nel 1989, primo italiano, al prestigioso Concorso Internazionale Van Cliburn (ma anche, a seguire, il “Cortot”, “Robert Casadesus”, “Gina Bachauer” e nel 1992 il Premio “Terence Judd” di Londra). Da qui la collaborazione con le più importanti orchestre americane ed europee quali la Philadelphia Orchestra, la Boston Symphony, la Chicago Symphony, la Los Angeles Philharmonic, la Baltimore Symphony, l’Orchestre Symphonique de Montréal, la Seattle Symphony, la Vancouver Symphony, la London Philharmonic, la Gewandhaus Orchester di Lipsia, la Rotterdam Philharmonic, l’Hallé Orchestra, la Deutsches Symphonie-Orchester di Berlino, l’Orquesta Nacional de España, l’Orchestre Philharmonique de Monte Carlo, l’Orchestre Philharmonique de Liège, la Bergen Philharmonic, l’Orchestre du Capitole de Toulouse, su invito di direttori quali Yves Abel, Vladimir Jurowski, Bernard Labadie, Juanjo Mena, Kent Nagano, solo per citarne alcuni. La sua intensa attività concertistica lo vede ospite regolare delle principali sale da concerto e festival internazionali fra cui il Lincoln Center di New York, la Salle Pleyel di Parigi, la Wigmore Hall di Londra, la Philharmonie di Berlino, il Palais des Beaux Arts di Bruxelles, il Festival di Tanglewood, il Festival Internazionale di Istanbul, il Festival “Enescu” di Bucarest e il Tivoli Festival di Copenaghen
Tappa teramana, dunque, tra le tante di una tournèe fittissima di appuntamenti per il celebre pianista, per il piacere di quanti accorreranno ad ascoltarlo e non vorranno mancare a un appuntamento imperdibile!

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.