Chieti, domenica 19 maggio giornata oasi WWF

“Domenica 19 maggio si aprono le porte della natura”, così Dante Caserta, vicepresidente del WWF Italia presenta la nuova edizione della Giornata delle Oasi WWF che sarà celebrata in tutta Italia domenica prossima.
“Le Oasi WWF sono nate nel 1967 con la prima area naturale protetta gestita dall’Associazione a Burano in Toscana.
Da allora, grazie a questo straordinario patrimonio di oltre 100 aree protette montane, urbane, costiere e marine, milioni di italiani, giovani e adulti, sono entrati a contatto con la biodiversità. Le nostre Oasi sono state un insostituibile argine a degrado, cemento e caccia, hanno favorito e stimolato la ricerca scientifica e l’educazione ambientale, hanno proposto modelli di sviluppo sostenibile e di reti di comunità”.

“L’Abruzzo è da sempre una terra di Oasi WWF”, aggiunge Luciano Di Tizio, Delegato del WWF Abruzzo. “Oggi ce ne sono 6 e tutte hanno contribuito a salvaguardare il nostro territorio e la natura della nostra regione. Grazie alle nostre Oasi è cresciuta la sensibilità ambientale e sono state tutelate habitat e specie importanti come il Lupo, l’Orso, la Lontra, il Fiordaliso del Sagittario… Ma nelle nostre Oasi abbiamo sempre lavorato anche per lo sviluppo del territorio e proprio per questo invitiamo tutti a visitare gratuitamente le nostre Oasi domenica prossima per vedere con i propri occhi i risultati raggiunti grazie al grande lavoro dei volontari e degli operatori”.

Nell’ Oasi WWF del Lago di Serranella a Sant’Eusanio del Sangro (CH) dalle 10 alle 13 sarà possibile partecipare a passeggiate naturalistiche guidate alla scoperta della flora e della fauna dell’Oasi, mentre nel pomeriggio dalle 16 alle 18 ci saranno laboratori didattici “Alla scoperta dello stagno” per bambini, ragazzi e famiglie (prenotazione consigliata).

Nell’ Oasi delle Cascate del Rio Verde a Borrello (CH) dalle ore 10 visite guidate per tutta la giornata.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.