Roseto, Sambuceto, ci ha lasciato Aldo Caprini

Ci ha lasciato Aldo Caprini, un organizzatore di grandi eventi musicali, che ha portato a Pescara le più grandi rockstar italiane Vasco Rossi, Luciano Ligabue, Lorenzo Jovanotti per fare solo tre nomi su tutti.

Aldo Caprini, un impresario artistico tra i più noti, e conosciuti e apprezzati in Abruzzo, è morto all’età di 63 anni a Sambuceto.

Ebbe l’idea di creare l’agenzia Spaziomusica con la quale diede vita a tantissimi eventi e concerti.

Come non ricordare poi concerto live di Claudio Baglioni al Palatricalle di Chieti e quello di Pino Daniele a Montesilvano.

Alla Civitella di Chieti propose al suo pubblico il musical “Notre Dame de Paris” e sempre nel capoluogo teatino organizzò una tappa del Festivalbar.

Non saranno dimenticati i concerti rosetani e abruzzesi dei Litfiba con Piero Pelù, Fabrizio De Andrè, Biagio Antonacci e il concerto per i Parchi nell’area di risulta di Pescara (oltre 100 mila persone) con il cantane Sting.

I maggiori eventi poi si svolsero al PalaGaslini, la tenso-struttura musicale da lui stessa realizzata nell’area dove c’era la discoteca “La Fabbrica”.
Ricordo ancora oggi quando si allagò e la sua disperazione…)

Personalmente ho avuto la fortuna di lavorare con lui per oltre un decennio (anni ’80 e ’90) e di condividere la gioia dei “sold out” con i grandi nomi, ma anche dei tanti gruppi e cantanti italiani dei vari Festival di Sanremo e della varie case discografiche con i loro cantanti e gruppi musicali di punta dell’epoca (Rca, Ricordi, Virgin, Polygram, Decca, Philips, Wea, ecc.).

La stessa Raffaella (mia cugina) che lavorò per te come “road manager” nel tuo staff, per alcuni anni, rafforzò la tua amicizia SpazioMusica, Roseto degli Abruzzi e la musica live.

I funerali di Aldo Caprini si sono già svolti e la notizia della sua dipartita purtroppo l’ho saputa solo oggi.

Non importa, Aldo, resterai sempre con me, dove c’è musica tu sarai sempre presente, non sarai da me dimenticato.

A proposito credo non avrai dimenticato le tante volte che abbiamo condiviso un caffe a Roseto con papa Mario che ti faceva sorridere, quando parlava della canzoni di Franco Battiato.

Ciao Aldo.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.