L’Aquila, riapertura chiesa di San Silvestro

“Quello di oggi è un giorno di festa e di grande emozione.
San Silvestro è un gioiello che viene restituito non solo all’Aquila, ma alla regione Abruzzo, all’intero Paese, a tutti gli amanti dell’arte e del bello”.
Queste le parole del sottosegretario per i Beni culturali, il pentastellato abruzzese Gianluca Vacca, intervenendo alla cerimonia di riapertura della chiesa di San Silvestro a L’Aquila.

Riconsegnata alla città e al culto al termine dei lavori di recupero e di restauro per i gravi danni subiti nel terremoto del 6 aprile 2009.

In particolare, il sisma aveva danneggiato la facciata, il campanile, la parte absidale e la caratteristica cappella Branconio.

All’interno vi erano danni diffusi sia sull’apparato decorativo sia su quello strutturale, parte della copertura è crollata sull’ingresso della chiesa e i pilastri della navata centrale subirono uno schiacciamento.

Il finanziamento complessivo per il restauro e il miglioramento sismico della chiesa è stato di oltre 3 milioni e 600 mila euro.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.