Pescara, polemica tra destra e sinistra sul flash mob Bibbiano

flash mob bibbiano,
flash mob bibbiano,

, Flash mob su Bibbiano sabato 14 settembre.Scoppiata la polemica tra destra e sinistra. Gli organizzatori sono tre associazioni riconducibili alla destra, ma a scatenare i commenti sono principalmente i patrocini dei Comuni di Pescara e Chieti, della provincia Pescara e della Regione Abruzzo.

”L’uso dell’immagine, le scarpine bianche, l’hashtag “giù le mani dai bambini” la dicono lunga sulla spregiudicatezza con cui si sta sviluppando una campagna politica morbosa.”, dice il segretario nazionale di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo.

”Centrodestra costruisce propaganda e strumentalizza enti locali e bambini, il manifesto è un abominevole strumento di pura propaganda politica.
Perché l’evento è stato patrocinato da Regione Abruzzo, da comune e provincia di Pescara, dal comune di Chieti e dalla commissione regionali per le pari opportunità?”, dicono Marinella Sclocco (centrosinistra) e il consigliere comunale Mirko Frattarelli (PD).

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.