Giulianova, 2 novembre ricordo dei caduti in Guerra

giulianova

Il 9° Reggimento Alpini – Brigata Taurinense a Giulianova.
Corpo delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana in divisa storica.
La giornata di sabato 2 novembre vedrà l’inizio alle ore 10,30 con il raduno di tutte le associazioni Combattentistiche e d’Arma, autorità civili, militari e religiose. .
Si partirà con la deposizione della corona d’alloro su Viale delle Rimembranze dedicata ai caduti della 1° Guerra Mondiale, alla presenza del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana in divisa storica della 1° Guerra Mondiale.
A seguire, solenne scoprimento della targa alla memoria del soldato dell’Esercito Italiano e della Forze Armate polacche, Caporal Maggiore Novizzo Cittadini, morto nella sollevazione di Poznan (Polonia) nel 1919 contro l’occupante tedesco (unico italiano morto per la causa polacca).
Prenderà parte uno schieramento “armato” del 9° Reggimento Alpini de L’Aquila – Brigata Taurinense, oltre alla rappresentanza del CME – Comando Militare Esercito Abruzzo, con il prprio Comandante, Colonnello Marco Iovinelli.
A seguire ci sarà la deposizione della corona d’alloro sul monumento ai caduti della 2° Guerra Mondiale presso il Parco delle Rimembranze.
Ore 11,00, Santa Messa per tutti i caduti in guerra e in tempo di pace.
Al termine, saluto istituzionale del Sindaco, Jwan Costantini e la lettura nominativa (ricordo) dei 26 soldati polacchi del II Corpo d’Armata Polacco in Italia, sposati a Giulianova (sede di un comando di retrovia) con altrettante donne di Giulianova (spose di guerra);
a seguire lettura dei saluti fatti pervenire al coordinatore dell’evento e Commissario dell’INGORTP di Teramo, Walter De Berardinis, inviato da Sua Eccellenza Anna Maria Anders, Ambasciatore della Repubblica di Polonia in Italia e figlia del famoso Generale e Comandante polacco, Władysław Albert Anders.
Al termine della manifestazione, i famigliari di tre soldati polacchi, poi diventati cittadini italiani e morti a Giulianova, depositeranno mazzi di fiori con i colori tradizionali della Polonia, biancorosso.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.