Lucca. Paperino da 85 anni in scena. Annullo filatelico

annullo filatelico
annullo filatelico

A , dunque per l’inaugurazione del “Lucca comics and games”, il lancio odierno della serie dedicata agli ottantacinque anni di Paolino Paperino (il manuale collegato è disponibile anche alle Poste centrali, in via Vallisneri 2, o allo stand di piazza Napoleone, dove l’accesso è gratuito).

Protagonista principale è Donald Fauntleroy Duck. “Irresistibilmente comico, nevrotico quanto scanzonato, sfortunato ma comunque sempre ottimista”: così lo descrive, nel bollettino illustrativo, lo storico del fumetto e giornalista Luca Boschi.
“È una delle icone pop più longeve e note a livello mondiale. La sua fama planetaria è suggellata da una stella intitolata a suo nome sul pavimento della «Walk of fame» di Hollywood: un onore riservato alle massime star del cinema”. Ed è proprio al cinema che nasce, è il 9 giugno 1934: fa il comprimario nel cortometraggio animato di Walt Disney “La gallinella saggia”. Il design finale attraverso il quale viene presentato, con becco e collo lunghi e ali al posto delle braccia, si deve all’illustratore ungherese Ferdinand Horvath.

Come per l’emissione del 3 novembre 2017 dedicata a Topolino, pure questa è organizzata in otto francobolli autoadesivi, ora di valore “B”: costano 1,10 euro e permettono di spedire, nei confini nazionali, cartoline o lettere ordinarie di primo porto.
Uno (quello con la macchina targata 313 e lo Stivale) è in fogli da ventotto (tiratura: quattrocentomila unità).
Si aggiunge il foglietto (trecentomila copie) che comprende lo stesso dentello e gli altri sette.
Essi pongono il festeggiato insieme ad Archimede Pitagorico, Nonna Papera e Ciccio, l’alter ego Paperinik (citato nell’ombra), il cugino Gastone, i nipoti Qui, Quo e Qua, lo zio Paperon de’ Paperoni, la fidanzata Paperina.
I bozzetti, curati dalla società The Walt Disney company Italia, sono dovuti all’illustratore Giorgio Cavazzano.
Il modulo di riferimento è “Le eccellenze italiane dello spettacolo”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.