Roseto, consiglio comunale discute di specchi parabolici e tassa di soggiorno

consiglio comunale roseto

Durante l’ultimo consiglio comunale, c’è stata l’approvazione a maggioranza della mozione presentata dal gruppo Casa Civica per prevedere specchi parabolici agli incroci di Roseto centro, nonché con la discussione dell’interrogazione sull’utilizzo degli introiti della tassa di soggiorno.

Questa la dichiarazione del capogruppo in Consiglio Comunale, Mario Nugnes, che ha presentato il testo: “Sono soddisfatto di aver lavorato con il mio gruppo, in particolare con l’attivissimo gruppo Giovani di Casa Civica, a questa mozione che renderà veramente la nostra città più sicura, grazie all’installazione degli specchi parabolici agli incroci.
Nel corso della discussione è emerso da parte di tutti un giudizio positivo sull’iniziativa e i tentativi di emendare la mozione, da parte della maggioranza, aggiungendo elementi ovvi ed impliciti nella stessa solo per poter mettere un cappello politico su tale atto non mi hanno scoraggiato e allontanato dall’obiettivo principale che di certo non era la battaglia politica.
Ora mi aspetto che il Sindaco e la sua giunta facciano subito la loro parte impegnando le risorse necessarie per l’installazione di questi  specchi, anche attingendo agli incassi dei parcheggi a pagamento.
Vigileremo affinché la mozione non rimanga lettera morta e trovi attuazione già prima dalla prossima estate, quando il traffico in città è certamente più intenso e frenetico e, quindi, più pericoloso”.

A proposito dell’interrogazione sulla tassa di soggiorno, da parte di Casa Civica, in una nota diffusa viene dichiarato: “Abbiamo visto tutti che il Sindaco e la sua giunta erano in seria difficoltà quando si trattava di giustificare come sono stati impiegati i quasi 700mila euro incassati dalla famigerata tassa di soggiorno in questi due anni.
Come avevamo immaginato, infatti, gli introiti sono stati polverizzati in una serie di micro interventi, sponsorizzazioni varie, iniziative più o meno riuscite, eventi più o meno interessanti,  che comunque sono  frutto dell’improvvisazione.
Non c’è visione d’insieme, non c’è programmazione, non c’è studio, non c’è ricerca  a Roseto se si parla di turismo e i frutti sono sotto gli occhi di tutti, cittadini e vacanzieri.
L’introduzione della tassa di soggiorno non ha dato quel qualcosa in più che ci si aspettava alla città ma, anzi, la cosa più sconvolgente è che tra gli eventi programmati e finanziati non troviamo nulla di nuovo, ma sempre e i soliti eventi, che già si svolgevano prima dell’introduzione della tassa di soggiorno.
“Ho già annunciato – sottolinea Mario Nugnes –  che trasformerò l’ interrogazione in mozione, per ampliare la discussione sul tema e non fa spegnere i riflettori sul turismo.
Con la nostra interrogazione abbiamo anche incalzato il Sindaco sulla questione del tavolo del turismo, che deve essere instaurato immediatamente, senza ulteriori perdite di tempo”.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.