Roseto, Prospettiva Roseto 2026 e due muratori, che… non ci sono

lungomare

Il comitato civico Prospettiva Roseto 2026 in base alla determina numero 117 del 8 giugno 2020 scopre che nella pianta organica del comune di Roseto degli Abruzzi (Teramo) non vi è una persona (muratore) in grado di preparare malta cementizia con un uso banale del cosiddetto livello da edilizia.

Un lavoro per un impegno massimo di 2 persone per non oltre le 3 ore complessive di lavoro e di conseguenza l’amministrazione comunale impegna duemila euro per riposizionare con malta le copertine in marmo del lungomare sud.
Il commento del gruppo civico diffuso in una nota stampa è questo: ” La solita storia.
I soliti amici.
I soliti cerchi magici.
Le solite regole.
Oramai si insultano da soli.
E pagano direttamente gli stabilimenti balneari con le vessazioni e le cospicue multe da Covid-19″

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: