16 Giugno 2024
MusicaRubriche

Pescara, Jazz, 9 luglio Enzo Favata con Roy Paci special guest

Parte domani, giovedì 9 luglio, la nuova edizione del Jazz, la storica offerta musicale dell'EMP Ente manifestazioni pescaresi. Il concerto di inaugurazione, una vera e propria prima assoluta, sarà allestito al porto turistico, in collaborazione col Marina di Pescara ed Estatica e avrà inizio alle 21.30.

Favata
Enzo Favata

Sul palco il gruppo di Enzo Favata, sassofonista e polistrumentista sardo dalla grande forza espressiva, con il trombettista Roy Paci special guest. Biglietti 20 e 15 euro (intero e ridotto).
Il progetto si intitola “The Crossing” e, oltre al leader, schiera Pasquale Mirra, uno dei più acclamati vibrafonisti europei (suonerà per l'occasione anche la marimba midi), Rosa Brunello al basso, Marco Frattini alla batteria e electronic pads. Tutti i musicisti del gruppo arricchiranno la propria performance con pennellate di elettronica.
Il live proposto per Pescara Jazz è una prima nazionale, una produzione originale del festival che dà spazio alla nuova collaborazione di Favata con Roy Paci, due musicisti eclettici ed isolani, Paci siciliano, Favata sardo ma dalle radici anch'esse siciliane.
“Nel dare il nome a questa nuova avventura – dichiara lo stesso Favata – ho pensato ad un trafficato incrocio sonante, dove autostrade elettroniche si intersecano con piste desertiche, ipnotiche, ritmiche e con le assordanti strade metropolitane del jazz”.
Così, entrare in contatto con questa band, significherà immergersi in un caleidoscopio di note e stili musicali, combinati da un suono originale.
La band, benché neonata, ha già avuto successo, si è esibita infatti in Giappone, al Festival Jazz di Edimburgo, all'European Jazz Conference di Novara e in una lunga tournée in Sud America.

Roy Paci


E non servono troppe parole per presentare Roy Paci, trombettista, compositore, cantante, con esperienze anche per il piccolo e grande schermo, meglio noto come leader degli Aretuska, gruppo di successo dei primi anni 2000, che fonde ritmi e melodie ska, calypso, swing, jazz.
È invece del 2018 il nuovo singolo da solista, “Salvagente”, dove Paci (con Willie Pelote) restituisce in forma di canzone le tristi cronache dei migranti via mare. “Io non ho mai visto differenze / C'è chi dà e c'è chi prende / Ciò che dai ti ritorna sempre / Io non ho mai visto differenze / Tutti aspettano un salvagente” è il significativo ritornello.
“È un onore per noi inaugurare il festival con questa produzione – dichiara il presidente dell'EMP Angelo Valori -.
Si tratta di un concerto che sono certo piacerà al nostro pubblico, soprattutto ora che abbiamo così bisogno di condivisione e la musica gioca un ruolo importantissimo in questo”. Chiaro, in tal senso, anche il messaggio del festival tutto, che per la prima volta presenta un tema, “Breath”, respiro, e vuole essere volano di speranza e allo stesso tempo una concreta occasione per tornare a vivere all'aria aperta.
Quest'anno il Pescara Jazz, sempre di levatura internazionale, sarà 100% Made in Italy. “Abbiamo sfruttato le regole vigenti in tema di Covid19 per dare risalto ai migliori talenti italiani e regionali”, ha aggiunto Valori.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie