17 Giugno 2024
Cronaca Abruzzo

Coronavirus, Roseto, sanzioni e chiusure locali per chi non rispetta le regole

dio perdona

Il sindaco di , Sabatino Di Girolamo, è dispiaciuto per come si stanno evolvendo le sorti della città in questa fase di emergenza Covid-19.
Queste le sue parole lette in un accorato appello diffuso ieri: “Avendo constatato che nelle ore serali e notturne, in tutta la zona centrale della Città, centinaia di giovani si assembrano violando l'obbligo di distanziamento ed omettono di indossare la mascherina protettiva, ho disposto che la polizia municipale prolunghi il servizio di pattuglia in queste zone fino a tarda notte già da stasera.

Il disprezzo per la normativa cautelare è purtroppo totale, e ogni appello alla responsabilità sembra vano; bisognerà sanzionare, applicando le severe pene pecuniarie e chiudendo i locali che non curano il rispetto delle regole.

Chiederò inoltre la collaborazione di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza per ronde /pattuglie interforze, anche in abiti borghesi, che reprimano le violazioni.
Sono sinceramente dispiaciuto, perchè confidavo in una maggiore autodisciplina di fronte al netto rialzo dei contagi in Italia ed in Europa”.

Parafrasando un vecchio film western con Bud Spencer e Terence Hill dal titolo “Dio perdona… io no” possiamo accostare le parole del sindaco al film.

I giovani sono avvertiti.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie