Giulianova, Amicacci batte Sassari 55-53

amicacci
amicacci

La Deco Group Amicacci concede il bis casalingo battendo al PalaCastrum la Dinamo Lab Sassari al termine di un match emozionante, risolto da un buzzer beater di Raimund Beginskis.

Una partita che da subito vede i sardi mettere in difficoltà la squadra di casa con una gran difesa. Gli ospiti abbozzano una fuga con i canestri dell’azzurro Spanu e del brasiliano De Miranda, ma nel finale di primo quarto viene ristabilita la parità grazie alle giocate nel pitturato di Gharibloo e Cavagnini (9-9). Nel secondo quarto l’Amicacci sale di colpi in attacco affidandosi alla tecnica di Beginskis e Cavagnini, ma non riesce a trovare continuità per prendere il largo. Sassari resiste e il primo tempo si chiude sul 24-19 per Giulianova: punteggio basso ma grande intensità con le squadre che lottano su ogni pallone.

La ripresa parte bene per l’Amicacci che trova il parziale, lanciato dal solito Cavagnini, fino a toccare il +15 con i canestri dalla distanza di Minella e Beginskis. Sassari si affida a De Miranda e Villafane per restare in partita, riuscendo a ridurre lo svantaggio in chiusura di il terzo quarto (43-31). Nel quarto quarto la Dinamo ricuce le distanze in maniera preponderante con i canestri di Villafane e le triple di Spanu e De Miranda. Si entra negli ultimi 4 minuti e il brasiliano si ripete regalando il clamoroso sorpasso ospite (47-49). La reazione di Giulianova passa per Matteo Cavagnini e Raimund Beginskis, che riportano in parità gli abruzzesi. Sassari non sfrutta al meglio i tiri liberi e sempre Cavagnini firma il vantaggio. Risponde Gustavo Villafane con un gran tiro quando mancano pochi secondi al termine ma nell’ultimo possesso arriva il canestro allo scadere della guardia lettone a regalare la vittoria all’Amicacci

Un epilogo che infonde entusiasmo di una partita non semplice, anche a causa dell’assenza di un elemento fondamentale come Galliano Marchionni, contro un avversario che si è dimostrato di spessore grazie al talento e l’esperienza internazionale dei suoi due sudamericani. Per la squadra allenata da Andrea Accorsi e Ozcan Gemi è già tempo di pensare al prossimo impegno: sabato (ore 16) è in programma il derby dell’Adriatico a Porto Sant’Elpidio contro la Santo Stefano Avis, grande favorita per lo scudetto, in quella che è ormai una classica del in carrozzina italiano.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.