Roseto, sindaco: “troppi pedoni su ciclabile, e ciclisti su marciapiedi”

Pista Ciclabile Roseto degli Abruzzi
Pista Ciclabile Roseto degli Abruzzi

Troppi pedoni sulla pista ciclabile, e ciclisti sui marciapiedi. Da qui la decisone del sindaco di mettere fine a una situazione di potenziale pericolo in avvio della stagione turistica con una lettera indirizzata al comando dei vigili nella quale si domanda un potenziamento dei controlli in tal senso.
Queste le parole del sindaco: “Ricevo numerose segnalazioni e, del resto, constato personalmente, che molti pedoni occupano o usano la pista ciclabile per il loro stazionamento o il loro transito.
Cosi come molti ciclisti transitano, creando pericolo, sulla passeggiata del Lungomare Celommi.
Vorrete, quindi, come comando, disporre il transito di una pattuglia appiedata sul lungomare per reprimere tali comportamenti, naturalmente “a scavalco”, quando le esigenze di servizio lo consentono.
Vorrete altresì richiamare anche la pattuglia mobile ad ammonire e, se necessario, a multare tutti gli indebiti utilizzi della pista ciclabile e della passeggiata; accostandosi all’occorrenza per farlo”.

Il sindaco, nella sollecitazione rivolta al comando, ha chiesto anche la redazione di un report sui ri-sultati delle operazioni disposte.
A tal proposito dichiara il sindaco: “Intuisco la severità della mia raccomandazione alle pattuglie ma non posso non raccogliere la preoccupazione di tanti cittadini, e turisti per l’atteggiamento imprudente sul lungomare. Penso ad esempio anche alla velocità dei monopattini, o al fatto che ciclisti preferiscono percorrere i marciapiedi mettendo a rischio la passeggiata di famiglie con bambini. Non posso pensare a una Babele di questo tipo per la mia città, per cui ho ritenuto di allertare in anticipo i vigili per scongiurare incidenti spiacevoli a danno delle persone”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.