bellachioma

Giuseppe Bellachioma (Lega): dopo la malattia e il Covid, scende in campo per la sua Roseto. Lo abbiamo incontrato e di seguito riportiamo un sunto della nostra chiacchierata.
Giuseppe Ercole Bellachioma, nato a Roseto 61 anni fa’, fondatore della Lega in Abruzzo, segretario della Commissione Bilancio alla Camera, capolista della Lega – Salvini Premier per le prossime elezioni comunali,

Veniamo intanto alla scelta di indicare come candidato Sindaco di tutto il centrodestra il Professore-Imprenditore William Di Marco. Cosa ci può dire su questa scelta?

Alle elezioni comunali più che i partiti contano le persone, e conosco William da molti anni, è un professionista e un imprenditore che ama Roseto che non si è mai impegnato direttamente in politica, ma che può portare un enorme bagaglio di competenze e preparazione, oltre che una grande energia per realizzare un vero cambiamento per Roseto degli Abruzzi. Devo dire che la sua candidatura da indipendente per la coalizione ha trovato da subito l’unita di tutte le forze del centro-destra, coesione che diventa fondamentale per governare e non rimanere bloccati tra lotte intestine e veti incrociati, che troppo spesso, negli anni, hanno fatto perdere a Roseto tante opportunità“.

Onorevole Bellachioma, come mai ha scelto di candidarsi come capolista della Lega proprio a Roseto?

In questi ultimi due anni ho dovuto combattere prima contro il cancro, poi contro il Coronavirus Covid 19. Una doppia battaglia che ho vinto, per il momento, dopo mesi durissimi che sono riuscito a superare anche grazie al supporto della mia famiglia, delle persone che mi vogliono bene e di tutti gli amici che non mi hanno fatto mancare mai la loro vicinanza. Ora mi sento nella condizione di fare qualcosa di concreto per il mio comune, per la città dove sono nato: essere d’aiuto per rendere protagonista Roseto è la cosa giusta da fare“.

Ci sarà modo e tempo in campagna elettorale di parlare di programmi, ma ci vuole fare qualche esempio dei principali problemi di Roseto e come mai negli anni, anche con amministrazioni comunali di diverso colore politico, non sono stati risolti?

Un esempio è la mancanza di parcheggi, soprattutto durante la stagione estiva sta diventando un enorme problema per i rosetani, ma anche per chi sceglie di venire da noi in vacanza, su questo ambito ci sono moltissimi fondi a livello nazionale che si potevano intercettare e che nel futuro bisognerà assolutamente non farsi scappare.
Dobbiamo riportare le esigenze dei rosetani al centro delle politiche comunali, decoro urbano, strutture per i giovani, fondi per la promozione turistica, collegamenti ferroviari che Roseto ha perso negli ultimi anni
“.

Vuole lasciare un personale messaggio agli elettori rosetani?

Dobbiamo evitare che il Comune sia utilizzato ad uso e consumo dei soliti noti per trampolini di lancio verso elezioni regionali o nazionali. Già da subito annuncio che se verrò eletto farò il consigliere comunale semplice, amo Roseto e non sono qui per cariche o poltrone, prima di tutto viene la mia città“.