20 Luglio 2024
Cronaca Abruzzo

Roseto, nasce in zona Borsacchio nuova associazione

uva borsacchio

E' nata a (Teramo) “l'Associazione agricoltori, operatori turistici, proprietari e residenti a Roseto degli Abruzzi, zona Borsacchio”, con finalità di tutela per gli associati per i loro fondamentali diritti al lavoro e alla proprietà, in particolare riguardo le previsioni della Riserva naturale regionale Borsacchio e all'attività dell'ente gestore della Riserva.

Di seguito riportiamo il contenuto delle loro nota stampa.
“Il Consiglio Direttivo è composto dai Signori Pierpaolo Mori, agricoltore in Roseto, e Nino Tulli, imprenditore primario nei servizi all'agricoltura specialmente per i cereali.
In particolare l'Associazione rileva che il Piano “regolatore” (Pan) della Riserva comporta gravissime penalizzazioni, ingiustificate, per gli agricoltori, gli operatori turistici e i residenti nella zona di Roseto nord, senza che ci siano giustificazioni adeguate dal punto di vista della tutela paesaggistica e ambientale.
Che senso ha impedire agli agricoltori di fare un'agricoltura efficiente con variazioni colturali, irrigazione, serre?
Qual'è la ragione di tutela ambientale per vietare un impianto di ulivi o un vigneto (la quintessenza delle colture tradizionali teramane), perché' una così grave immotivata penalizzazione dell'agricoltura rosetana?
Hanno anche vietato le piscine, reso complicatissime le ristrutturazioni, impedito la nuova edilizia anche familiare.
L'Associazione si augura che le forze politiche e civiche rosetane riflettano sul potenziale gravissimo danno che può rappresentare la Riserva Borsacchio per l'economia e la vita di tante famiglie.
L'associazione invita il Comune e il Governo Regionale a riflettere sull'opportunità di una forte razionalizzazione della Riserva o addirittura una riperimetrazione che mantenga la Riserva sulla fascia costiera (tra la ferrovia e il mare) e nei fossi e le adiacenti aree boscate (un centinaio di ettari), liberando gli agricoltori, operatori economici e residenti dalle incredibili vessazioni della Riserva”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie