Roseto, Panthers terzo posto in Coppa Italia

panthers

La Deco Metalferro Amicacci chiude sul podio le Final Four di Coppa Italia battendo la Studio3A Padova nella finale per il terzo posto, con il punteggio di 56-40. Il trofeo finisce nelle mani della Santo Stefano Avis che ha superato all’overtime la UnipolSai Cantù per 62-57, al termine di una gara appassionante tra le due migliori squadre del wheelchair italiano.
Nella semifinale di venerdì l’Amicacci ha ceduto alla Santo Stefano Avis con il punteggio di 49-55. La squadra di coach Di Giusto rincorre per oltre un tempo i marchigiani, trascinati in attacco da un Andrea Giaretti inarrestabile, scivolando fino al -15. La reazione arriva con un parziale di 8-0 che vede protagonista Adolfo Damian Berdun, ma Santo Stefano ritrova il canestro sulla sirena di chiusura del terzo quarto ancora con Giaretti che piazza una tripla da distanza siderale. Nel quarto conclusivo si lotta, in particolare nel pitturato, con l’Amicacci che riesce a farsi sotto sul -6 con i canestri del giovane Benvenuto e la fuga di Berdun lanciato in campo aperto. La squadra abruzzese però non riesce a sfruttare le opportunità di ridurre ulteriormente le distanze, venendo punita dall’incursione dell’ex Domenico Miceli che spegne le speranze degli abruzzesi.
Nella finale di consolazione inizio deciso degli abruzzesi che si portano sul +9 trascinati in attacco dalle giocate di Raimunds Beginskis. Padova però sale di livello in difesa e prende il comando della partita con un Raourahi scatenato. L’Amicacci perde lucidità in attacco e Padova allunga con i canestri di Casagrande in chiusura di tempo, andando all’intervallo lungo avanti 19-26. La Deco Metalferro rientra sul parquet con un piglio diverso e ribalta il punteggio in proprio favore trascinata dalle triple di Berdun, miglior marcatore dell’incontro con 21 punti. Padova risponde con Foffano e Amri in apertura del periodo decisivo ma l’Amicacci ha il pallino del gioco in mano e torna subito avanti, incrementando progressivamente il proprio vantaggio fino al 56-40 conclusivo. Decisiva l’intesa del duo Marchionni-Berdun, insieme al contributo prezioso nel pitturato di Cavagnini.
Un risultato positivo che infonde al gruppo fiducia per il proseguimento della stagione, che vedrà il prossimo sabato un altro importante appuntamento di campionato, con il remake della sfida con la Santo Stefano Avis, sul parquet del Palaprincipi di Porto Potenza Picena. In seguito la Serie A osserverà una lunga sosta, con il calendario che prevede la finale di Supercoppa Italiana (domenica 21 novembre), e il campionato europeo di Madrid (dal 2 al 13 dicembre), che vedrà impegnata la nazionale azzurra guidata da Carlo Di Giusto.

F4 Coppa Italia – Grottaglie (TA)
Semifinali (5 novembre)
UnipolSai Briantea84Cantù – Studio 3A Padova Millennium 71-44
S. Stefano Avis – Deco Metalferro Amicacci Abruzzo 55-49

Finali (6 novembre)
1/2: UnipolSai Briantea84 Cantù – S. Stefano Avis 57-62 d.t.s.
3/4: Deco Metalferro Amicacci Abruzzo – Studio 3A Padova Millennium 56-40

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.