Pineto, progetto telecamere di sicurezza

pineto

Sicura 2021” è il nome del progetto che il Comune di Pineto ha presentato, tramite la Prefettura, per partecipare al bando del Ministero dell’Interno di concerto con il Ministero dell’Economia e Finanze.

Il progetto, del valore di circa 63mila euro, prevede un finanziamento al 47% da parte dell’ente richiedente.In particolare nel progetto si ipotizza la collocazione di 16 telecamere di cui 3 in grado di leggere le targhe dei veicoli e interfacciarsi con le banche dati del Ministero dell’Interno, e 13 telecamere ad alta definizione per il controllo di contesto. A questi strumenti si è previsto l’affiancamento di un servizio di trasmissione dati e di conservazione degli stessi.Gli apparecchi si andranno a sommare alle 3 telecamere lettura targhe ealle 19 già in uso all’ente portandone il numero complessivo a 38.

“Il sistema di videosorveglianza di Pineto –commentano dall’Amministrazione Comunale – viene ripetutamente utilizzato dalle forze dell’ordine dello stato che più volte hanno raggiunto obiettivi grazie all’attenta osservazione dei fatti occorsi in particolari circostanze ed eventi criminosi. Le telecamere sono state sistemate in prossimità degli accessi viari più importanti e in zone strategiche della città, quelle previste nel progetto potranno completare quanto realizzato finora. Pineto, fortunatamente, non ha un alto indice di criminalità, ma la videosorveglianza è uno strumento fondamentale per supportare le attività delle forze dell’ordine e per lavorare nell’ottica della prevenzione”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.