Roseto, giornata della memoria

segre

“Tramandare la memoria è un vaccino contro l’indifferenza”. Prende spunto dalla frase rivolta alle giovani generazioni dalla Senatrice a Vita Liliana Segre la Giornata della Memoria del 27 gennaio organizzata dall’Amministrazione comunale di , pur in un momento in cui l’intera regione è in zona arancione e la curva della pandemia impone la massima cautela.

“Partiamo dal presupposto che conoscere la storia è necessario per comprendere il valore di una libertà che mai deve essere data per scontata” dice il Sindaco di Roseto degli Abruzzi Mario Nugnes. “Affermare che noi siamo la nostra memoria non deve essere una citazione da tirare fuori in occasione di questa ricorrenza, ma un monito affinché la storia non debba mai più ripetere certe barbarie”.

Proprio dal Sindaco Mario Nugnes e dalla presidente del Consiglio, Gabriella Recchiuti, è nata la volontà di promuovere il conferimento della Cittadinanza Onoraria alla senatrice a vita, Liliana Segre. “La senatrice Liliana Segre con la sua personalità semplice ma straordinaria – è il pensiero della Presidente Recchiuti – costituisce per tutti noi un monito a sfuggire le logiche di ogni forma di discriminazione razziale, culturale, religiosa”.

L’Assessore alla Cultura, all’Istruzione e al Sociale Francesco Luciani e la Giunta hanno scelto come luogo per la ricorrenza la Biblioteca posta all’interno della Villa Comunale. “Se c’è un luogo dove credo vada coltivata la memoria è una biblioteca – spiega Luciani – perché la conoscenza di situazioni e significati amplia la possibilità di un approccio dialettico alla problematica della Shoa e per una comune cultura della memoria. Nello specifico, abbiamo ritenuto di celebrare la ricorrenza tramandando il contenuto di alcuni scritti della senatrice Liliana Segre affidando il messaggio all’attore, autore e scrittore Antonio Corradi, che sarà accompagnato dal musicista poli-strumentista Sasà Calabrese”.

“Si tratta di un dialogo alternato, che intercorre tra le canzoni scelte ed interpretate da Sasà Calabrese e le parole di Liliana Segre, lette da Antonio Corradi. Il testo – prosegue l’Assessore alla Cultura – è tratto dall’intervento che Liliana Segre portò nell’auditorio di Santa Margherita a Venezia il 6 Dicembre 2001, dove raccontò la sua esperienza di ragazza deportata nel campo di concentramento di Birkenau ad Auschwitz”.

Il programma delle celebrazioni della Giornata della Memoria avrà inizio giovedì 27 gennaio alle ore 11:30 presso la Biblioteca Comunale, con il dialogo in musica del duo Corradi-Calabrese; successivamente il Sindaco Mario Nugnes, la Presidente del Consiglio Gabriella Recchiuti e l’Assessore Francesco Luciani consegneranno delle copie di un libro di Liliana Segre a rappresentanti della scuola media Fedele Romani, dell’Istituto Moretti e del Liceo Saffo, e depositeranno altre copie nelle “casette dei libri” posizionate nel territorio comunale.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.