Abruzzo, Enel si attiva per 50 nuovi chilometri di impianti

d'alfonso luciano

50 km di nuovi impianti sulla Majella. Cresce l’impegno di Enel Group nella regione . I numeri emersi nel corso dell’incontro in digitale tra il senatore Luciano D’Alfonso e l’amministratore delegato Francesco Starace confermano la grande attenzione per l’Abruzzo della multinazionale italiana dell’energia.
Per ogni abruzzese, lo scorso anno, Enel ha investito 115 euro in più della media nazionale per singolo cliente.
L’occhio di riguardo nei confronti del nostro territorio ha già portato all’investimento di 100 milioni negli ultimi due anni, e altri 65 se ne aggiungeranno nei prossimi tre.
Risorse destinate allo sviluppo e all’innovazione della rete di distribuzione, con l’obiettivo di garantire anche in Abruzzo un servizio sempre più efficiente e digitalizzato.
La tabella di marcia imposta dalla transizione energetica in atto non ammette ritardi e richiede uno sforzo enorme.
C’è bisogno di reti di distribuzione resilienti, capaci di assicurare la continuità del servizio dappertutto, e di reti sostenibili a basso impatto per l’ambiente.
Per questo – hanno convenuto il senatore D’Alfonso e l’Ad Starace – particolare attenzione ci sarà per il bacino minerario della Majella che sarà sottoposto a un potenziamento di circa 50 km di ulteriori impianti sostenibili con investimenti aggiuntivi per 5 milioni.
Non appena l’alleggerimento delle misure anticovid lo permetterà, il senatore Luciano D’Alfonso si renderà promotore di un incontro in presenza per consentire all’Ad di Enel di illustrare al territorio i dettagli dei progetti realizzati e messi in cantiere.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.