Roseto, Pallacanestro vince con Cesena 95 a 65

pallacanestro

Cuore, testa e tanti ma tanti attributi. Si può sintetizzare così la serata perfetta della Liofilchem che divora letteralmente al PalaMaggetti con un perentorio 98-65 senza 4 giocatori: infatti oltre ai lungodegenti Ruggiero e Serafini, si sono aggiunti Pastore e Amoroso, con coach Quaglia costretto a inventarsi svariate difese ma senza mai far abbassare l’intensità sul parquet. Vittoria voluta fortemente, impatto sin dall’inizio importante ma soprattutto livello fisico e mentale che si è fatto sentire in maniera totale e che ha permesso alla Liofilchem di consolidare la prima posizione a quota 36 punti, +6 sulle seconde Npc e Rimini.

Una vera e propria impresa da parte dei biancazzurri, che hanno buttato tutto in campo contro Cesena, tanta abnegazione, tanto spirito di sacrificio e poi ovviamente nella metacampo offensiva orchestra vera e propria: ennesima prova da quasi 100 punti segnati, con il 55% dal campo, 21 assist, giocate di altissimo livello e pubblico in delirio. Quest’ultimo autentico sesto uomo in campo, dall’inizio alla fine, e che ha tributato il lungo e giusto applauso agli interpreti in campo.

Detto delle statistiche di squadra, a livello individuale il vero dominatore della serata è stato Aleksa Nikolic in versione Kraken: il lungo serbo ne ha messi 41 con 15/18 al tiro, 6 rimbalzi, 7 falli subiti e 50 di valutazione, il tutto in appena 30 minuti di gioco; 18 con 5 triple ( di cui le 3 che hanno firmato il break nel corso del secondo periodo ) per un ottimo Alfonso Zampogna, sempre più immerso perfettamente nella macchina oliata alla grande da Quaglia, 10, 5 assist e 6 falli subiti per un solidissimo Edo Di Emidio, 8 a testa per Mei e Bassi (+6 rimbalzi) e 7 Mraovic. Menzione per i 5 rosetani in campo contemporaneamente negli ultimi 3 minuti di gioco, e guidati in panca da uno staff tecnico totalmente del Lido delle Rose.

Gara dove Roseto ha messo la freccia dal 15°: break devastante di 23-2 , dal 31-41 al 54-43 dell’intervallo, in cui Cesena ha segnato un canestro con Nwokoye e i padroni di casa hanno scavato il solco insormontabile grazie al duo Nikolic-Zampogna (inframezzati dalla tripla di Mei). Poi ad inizio terzo periodo ecco l’altro parziale di 17-3, e partita praticamente in ghiaccio per i biancazzurri.

Prossimo turno domenica 27 Febbraio: la Liofilchem sarà di scena al PalaFlaminio di Rimini, in quello che sarà il big match di giornata, con i romagnoli distanziati di 6 punti a quota 30.

LIOFILCHEM ROSETO – TIGERS CESENA 98-65 (19-23, 35-20, 34-9, 10-13)

Roseto: Gaeta 4, Palmucci 2, Zampogna 18 , Mariani , Di Tecco , Di Emidio 10 , Di Marco , Bassi 8 , Mei 8 , Mraovic 7 , Nikolic 41 All. Quaglia

Cesena: Bugatti 25, Nwokoye 9, Anumba , Bertini 2, Mascherpa , Moretti 16, Gallizzi 5, Ndour 2, Arnaut , Brighi 6 All. Tassinari

NOTE: Tiri da 2: Roseto 23/32; Cesena 11/28
Tiri da 3: Roseto 11/29 ; Cesena 11/31
Tiri Liberi: Roseto 19/22 ; Cesena 10/13
Rimbalzi: Roseto 35 (6 offensivi ) ; Cesena 32 ( 9 offensivi )
Assist: Roseto 21 ; Cesena 12

USCITI PER 5 FALLI: nessuno

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.