6 Giugno 2023

TG Roseto

Notizie locali Abruzzo e nazionali – Informazione in tempo reale

Teramo, Rennova basket perde con Rimini 86-68

rennova teramo

Troppa la qualità di per provare a competere per 40 minuti in trasferta. Troppa la fisicità della Riviera Banca per rimanere in scia fino alla fine, sperando di giocarsi tutte le carte negli ultimi possessi. Il pronostico non viene quindi sovvertito e la Rennova viene sconfitta 86-68 da una delle squadre che, come confermato dalle previsioni di molti, contenderà alla Pallacanestro Roseto il salto di categoria fino alla fine della stagione.
Il punteggio è però impietoso e non rende merito all'impegno profuso dai biancorossi di coach Salvemini sin dalla palla a due. Un'attitudine che ha lanciato sull'8-0 la Teramo a Spicchi dopo due minuti e mezzo di gara. Poi, qualche minuto più in là, il parziale è stato recuperato dai padroni di casa con le triple di Saccaggi e Tassinari, due giocatori da miglior quintetto dell'intero girone C della Serie B per quanto fatto vedere dall'inizio del campionato.
Una volta preso il comando delle operazioni nel secondo quarto (40-25, 15') i padroni di casa hanno provato a dare la spallata definitiva ma la TaSp ha avuto il merito di non disunirsi, rimanendo sempre in scia e chiudendo il secondo quarto a -6 (42-36). A riaprire la voragine nel terzo periodo ci ha pensato Rinaldi dai 6,75 (54-41, 22') ma ancora una volta i teramani hanno reagito tornando a -7 (69-62, 32'). A chiudere definitivamente i conti, oltre alla gestione impeccabile dei ritmi da parte di Tassinari, è stata la fisicità di Arrigoni in area, ennesimo protagonista in una formazione profonda, di qualità elevatissima, ben allenata da coach Mattia Ferrari. Alla Rennova resta comunque la consapevolezza di non aver sfigurato, seppur le percentuali al tiro sia da due (16/42) e da 3 (4/22) tornano a sottolineare problematiche già esaminate nelle passate settimane.
Coach Giorgio Salvemini prende il buono dalla prova espressa dai suoi contro una prima della classe e volge subito lo sguardo al prossimo delicato impegno, la gara interna contro la NPC dell'ex Edoardo Tiberti: “Complimenti a Rimini che ha dimostrato di conoscere quale percorso bisogna seguire per arrivare in fondo ai campionati. Ma per 35 minuti faccio i complimenti anche ai miei ragazzi che hanno giocato una partita solida, rischiando qualcosa contro una formazione granitica e brava a rimanere nel proprio piano gara. La fisicità di Rimini ha alla lunga ricreato difficoltà evidenziatesi anche nel match dell'andata. La loro durezza, i cambi sistematici e la capacità di tenerci lontano dal ferro hanno contribuito a sporcarci le percentuali che in avvio di partita restavano soddisfacenti”.
Più bravi e quotati gli avversari stavolta, ma la TaSp deve ora voltare pagina e guardare al prossimo avversario: “Questo tipo di gare devono darci fiducia nelle cose che stiamo facendo. Ho detto ai ragazzi che usciamo a testa alta dal palasport di Rimini – chiude l'allenatore della Rennova Teramo – e che il gap di 18 punti è fuorviante rispetto a quanto visto in campo. Torniamo quindi a casa con la stessa autostima generatasi dopo le vittorie con e in vista della prossima sfida contro Rieti. Fra noi e Rimini ha vinto la squadra più forte ma per lunghi tratti dell'incontro la differenza sostanziale fra le due squadre siamo riusciti ad assottigliarla. Ora dobbiamo prepararci bene per la gara che ci attende e riprendere a fare punti in classifica”.

Riviera Banca Rimini: Andrea Saccaggi 22 (2/3, 6/11), Andrea Tassinari 19 (2/6, 4/8), Marco Arrigoni 14 (5/8, 0/2) + 5as, Tommaso Rinaldi 9 (1/3, 2/3) + 12r, Francesco Bedetti 8 (1/4, 2/6), Borislav Georgiev Mladenov 5 (1/1, 1/3), Alessandro Scarponi 4 (2/2, 0/0), Stefano Masciadri 3 (1/3, 0/3), Luca Fabiani 2 (1/1, 0/0), Leonardo Amati 0 (0/0, 0/0), Davide Carletti 0 (0/0, 0/0), Eugenio Rivali ne. Tiri da due 16/31, tiri da tre 15/36, tiri liberi 9/10, rimbalzi 41 (7 off + 34 dif), assist 18. All. Mattia Ferrari, ass all Simone Brugè e Larry Middleton.

Rennova Teramo: Nicolò Bertocco 11 (3/7, 1/5) + 6r, Riccardo Bottioni 11 (4/8, 0/1) + 3as, Marco Cucco 10 (2/6, 2/7), Riccardo Antonelli 9 (2/8, 0/1) + 3as, Alessandro Bonci 7 (1/3, 1/2), Alberto Triassi 7 (1/1, 0/1), Leonardo Cipriani 5 (2/4, 0/2), Emidio Di Donato 4 (0/1, 0/3), Michel Guilavogui 4 (1/4, 0/0), Alessandro Di Febo 0 (0/0, 0/0), Luca Ragonici ne, Nikola Ticic 0 (0/0, 0/0). Tiri da due 16/42, tiri da tre 4/22, tiri liberi 24/33, rimbalzi 37 (10 off + 27 dif), assist 10. All Giorgio Salvemini, ass all Massimo Gramenzi e Angelo Vitelli.

parziali: 16-15, 42-36, 69-58