Roseto, Aran Cucine Panthers ingaggiano la play Letizia Rizzati

panthers

Le ARAN Cucine Panthers Roseto comunicano ufficialmente l’ingaggio della play/guardia torinese Letizia Rizzati, classe 1996, che aveva cominciato questo campionato di Serie B con Salerno, ai vertici del girone campano. Un’operazione-lampo perfezionata nelle ultime ore disponibili per intervenire sul mercato, appena dopo la rescissione dell’atleta piemontese con la Todis, e che regala un’ulteriore preziosa arma a coach William Orlando per questa importante seconda parte di stagione.
Carriera: Letizia è giocatrice di comprovato spessore ed esperienza per la categoria, in cui milita dal 2015/16 quando vestiva la casacca della Polisportiva Pasta (in precedenza due anni di A3 con Moncalieri). Più recenti le esperienze con Capri (2017/19) e Pescara (2019/21), tra le cui fila ha chiuso entrambe le sue stagioni in abbondante doppia cifra di media.

Il commento di Letizia Rizzati: “Ho scelto di venire qui alle Panthers perché conosco la società, avendoci giocato contro per due anni, e soprattutto perché avevo bisogno di tornare in un posto dove sentirmi in una famiglia. Spero di riuscire ad aiutare la squadra e la società a raggiungere gli importanti obiettivi prefissati, e di ritrovare l’entusiasmo che mi contraddistingue”.

Il commento del direttore sportivo Laura Ortu: “La trattativa con Letizia è stata inaspettata: ho saputo della rescissione con Salerno e ho avvisato la società, che anche questa volta ha fatto sì che potessi procedere. Il suo arrivo è fondamentale per elevare la qualità degli allenamenti, e soprattutto perché in campo può ricoprire tre ruoli diversi cambiando indifferentemente Duran, Lucchesini e Lucente. Terzo aspetto, non meno rilevante, è una giocatrice con punti nelle mani, carattere e fisico: in vista della seconda fase in cui il livello delle avversarie si alzerà, la sua è un’aggiunta di spicco”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.