Spoleto, a Monteleone mostra Terra, arte e tradizioni

spoleto monteleone

A Monteleone di Spoleto, il complesso monumentale di San Francesco offre, dal 18 giugno (e si protrarrà fino al 2 agosto) la mostra “Terra, arte e tradizioni”. Protagonisti, cinquanta artisti guidati dal direttore artistico, Massimo Bigioni” di Leonessa, Presidente dell’Associazione Aion Arte Cultura. In questa mostra, il Presidente è stato sollecitato dalla curatrice la dott.ssa Stefania Montori e dal critico d’arte abruzzese Emidio Di Carlo, ad includere anche la propria esperienza che, come ha sottolineato il Sindaco di Monteleone, Marisa Angelini, “possono ricordare qualche sollecitazione caravaggesca”.
Monteleone di Spoleto ha una ricca storia d’arte alle proprie spalle. Famoso fu, nel 1902, la scoperta della “Biga” etrusca. Dal rinvenimento della tomba da parte di un contadino, il carro finì nelle mani di un mercante fiorentino che lo vendette a Parigi, finendo al Metropolitan Museum di New York. Una copia dell’antica Biga la si può ammirare anche in alternativa al complesso monumentale di San Francesco ricco di storia, sviluppo, arte e fede. Non a caso, da qualche anno, “Aion Arte Cultura” arricchisce l’evento fieristico estivo sottolineando quanto di interessante offro il territorio, per la laboriosità della sua gente e la conservazione delle bellezze naturalistiche e del mondo dell’arte che accomuna in cui il “passato” è una vera e propria culla per il “presente”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.