Roseto, riflessione politica di Forza Italia

Ospitiamo una nota stampa con una riflessione politica a firma di Maristella Urbini, coordinatrice di Forza Italia della città di . Di seguito pubblichiamo il suo scritto: “Un anno fa la coalizione di centro-destra ebbe il primo contatto con il candidato sindaco William Di Marco. Era il 4 luglio 2021 e Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia erano alla ricerca di una persona che potesse rappresentare un forte cambiamento per una cittadina che aveva subito politiche molto discutibili. Roseto si presentava sporca, senza un
programma urbanistico, priva di qualsiasi progettualità e soprattutto carente sotto il profilo culturale. La scelta suggerita in primis da Forza Italia poteva realmente rappresentare un nuovo modo di fare politica. Credevamo realmente di poter dare un impulso diverso a una politica che si stava ripiegando su se stessa e fummo tutti d’accordo che il nome di Di Marco potesse rappresentare una novità assoluta. Professore, imprenditore, promotore culturale, il nostro candidato civico aveva i numeri, soprattutto sotto il profilo culturale, per poter cambiare il volto di Roseto e ne eravamo tutti convinti.
Dopo quell’incontro nel giro di qualche giorno ufficializzammo agli elettori e alla stampa la sua candidatura per un centro-destra unito. Siamo arrivati al ballottaggio e di questo dobbiamo ringraziare i rosetani, ma quel salto in più che occorreva è venuto meno (anche per nostre colpe) e oggi purtroppo ne paghiamo le conseguenze. Non esagero se dico che
Roseto è ancora sporca e il decoro sembra essere un accessorio, invece dovrebbe rappresentare il primo punto programmatico di una cittadina turistica. Per non parlare delle tante dichiarazioni fatte nella passata legislatura dagli attuali amministratori, che oggi sono state del tutto disattese. Anzi, si è fatto il contrario su Tari, imposta di soggiorno, indennità e tante altre cose che fanno di questa Amministrazione quella con il più alto numero di annunci e di pochi fatti concreti realizzati. Speriamo che chi ci governa cambi registro, altrimenti per Roseto e per la politica sarà stata un’altra occasione persa”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.