Teramo, bocciata dalla Covisoc iscrizione al campionato del Teramo Calcio

teramo calcio

Notizie dalla serie C di ci informano che il Co.Vi.So.C. ha dato parere negativo alla domanda di iscrizione al Campionato 22/23 presentata da S.S. Calcio s.r.l.
Il club, dopo il primo verdetto, è consapevole di aver svolto correttamente gli adempimenti previsti, per l’iscrizione alla Lega Pro, e per questi motivi ha conferito mandato allo studio DCF Sport Legal per assisterlo e difenderlo nella querelle sportiva.
Dopo il ricorso toccherà al Consiglio Federale esprimersi in maniera definitiva sugli organici dei campionati professionistici. Successivamente, in ultima istanza per la giustizia sportiva, sarà possibile per la società fare ricorso al CONI.
Se a quel punto il Teramo non riuscisse a iscriversi questi sono i possibili sviluppi.

Bisognerà guardare alle graduatorie dei ripescaggi che, secondo norme federali prevedono l’alternanza fra una seconda squadra, una quadra di Serie C e una di Serie D.
Toccheranno ad una delle formazioni retrocesse dalla Lega Pro nella passata stagione e una formazione proveniente dalla LND.

Per la Serie C la società in prima fila è la Fermana.

Per i club dei dilettanti toccherebbe alla Torres nonostante sia al quinto posto della graduatoria vincenti playoff.

Spieghiamo il perché.
La Cavese (prima) ha già usufruito nel 2018 del ripescaggio ed è quindi tagliata fuori;
Il Lentigione (secondo) non ha lo stadio a norma;
Il Poggibonsi e l’Unione Clodiense (terza e quarta) non hanno la liquidità per garantire i 600 mila euro per l’iscrizione.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.