19 Maggio 2024

TG Roseto

Notizie locali Abruzzo e nazionali – Informazione in tempo reale

Lecce, mostra d’arte di Giorgio Piccinno

Più di 1800 persone a ammirare l'arte allusiva e elusiva di Giorgio Piccinno presentata da Emidio Di Carlo
Alla presenza dell'Assessore alla Cultura del Comune di , Dott.ssa Anna Fabiana Cicirillo, del consigliere della Società Operaia di Mutuo Soccorso che ha sede nella scuola “E. Maccagnani”, Dott. Maurizio Nicera, del Prof. Giorgio Greco docente dell'Università Cattolica di Milano, è stata presentata la mostra di Giorgio Piccinno.
L'artista leccese si è misurato sui grandi temi della miseria, povertà, guerre, fame e emarginazione. Nel catalogo di “Quid est veritas” (questo il titolo dell'esposizione in corso alla Galleria “E. Maccagnani” sul corso centrale di Lecce) Emidio Di Carlo, critico d'arte invitato alle più importanti rassegne nazionali e internazionali ha sottolineato come nelle opere di Piccinno “sia evidente una società disobbediente, frenetica e sbraitante, lontana da quella solidarietà che, invece, è dovuta a chiunque sia nel bisogno”.

il M° Giorgio Piccinno, il Prof. Giorgio Greco, la Prof.ssa Stefania Di Carlo


Ha evidenziato il continuo rimando al sociale con una riflessione su come agiamo, viviamo, impieghiamo il nostro tempo, la capacità di cogliere il particolare andando oltre l'apparenza e il superficiale, i riferimenti costanti a Lucio Fontana, al M° José Hernàndez, Jorge Luis Borges, Pasternak, Montale, Moravia, Nadar, Géricault, Klee, etc..

figura mediorientale


Partendo dal versetto del Vangelo di Giovanni 18:38, Piccinno ha elaborato 45 tra chine e oli in cui compaiono diversi temi (dalle descrizioni di luoghi del Salento a quelle legate alla mitologia classica, da mondi lontani a quelli dei santi).
Il Dott. Maurizio Nocera, tra l'altro caro amico di Umberto Eco, si è soffermato sull'opera “Predizioni”, su “Achille” e “Laocoonte”.

il Prof. Giorgio Greco dell'Università cattolica di Milano, la Dott.ssa Anna Fabiana Cicirillo, Assessore alla Cultura del Comune di Lecce, la Prof.ssa Stefania Di Carlo, storica, il M° Giorgio Piccinno, il Prof. Maurizio Nocera, consigliere della Galleria “E. Maccagnani”.


Il Prof. Giorgio Greco, da buon teologo, ha precisato come da Pilato, passando per filosofi e padri della Chiesa, il concetto di verità sia pressoché ineludibile e indecifrabile.
La Prof.ssa Stefania Di Carlo, in qualità di storica, ha iniziato citando Aulo Gellio, passando per Francesco Petrarca e Tacito.
La Dott.ssa Anna Fabiana Cicirillo, Assessore alla Cultura del Comune di Lecce, ha incentrato il suo intervento sulla bellezza dei volti e dei paesaggi, del dolente disincanto di alcuni luoghi che emanano bellezza, delle profonde atmosfere che si stagliano dalle opere di Piccinno la cui mostra era, sin dall'arrivo dell'invito, tra quelle segnalate sul suo taccuino ante inizio ferie.
Del resto non poteva essere altrimenti: il M° Giorgio Piccinno è nato a Buenos Aires; si è trasferito giovanissimo a Maglie; ha insegnato anni nei Licei come docente di arte e disegno; è un artista impegnato nel Salento in personali e collettive.
Iniziata il 12 agosto, l'esposizione ha già raggiunto un record ragguardevole di presenze, di studiosi del Salento (che ammirano opere come “Castel del Monte”, “Montevergine”, “Masseria Cippano”), di turisti ammirativi per opere quali “Abuso e sfruttamento”, “No war”, “Futuro segnato”, “Maternità”, “Migrante”, “Confine”, “Infanzia negata”, “Donna di colore”, “Piccola profuga”, “Donna della Cappadocia”, “Figura mediorientale”, in cui c'è l'attenzione per l'umanità sofferente, per la tragedia di genti sfuggite a guerre, a paesi sottosviluppati, zone povere e senza diritti di alcun genere.
Quando l'arte diventa impegno fattivo, presa di coscienza della realtà, voce dirompente, allusiva, elusiva e dissimulativa, allora siamo in presenza di una verità che – come dice Giorgio Piccinno – è poliedrica.
L'esposizione, che ha il patrocinio del Comune e della Provincia di Lecce, in terra pugliese resterà aperta sino al 20 agosto.

mimetismo
Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie