Basket, per un punto Roseto perde con Scafati

Roseto lascia deluso il parterre del Palamaggetti, dopo l’incontro con Scafati perso all’ultimo secondo, grazie ad un canestro di Valerio Spinelli da 3 punti.
A 5 secondi dalla fine dell’incontro la squadra biancazzurra era in vantaggio (88-86), ma la bomba di Spinelli, che ha centrato la retina e lasciato ammutoliti i 2000 spettatori presenti.
Il film della partita.
L’incontro si apre con il ricordo di Domenico Alcini, storico presidente e tifoso del Roseto Basket scomparso diversi giorni fa, con Sylvere Bryan che ha consegnato un mazzo di fiori alla moglie “Ninnella”: gesto accompagnato da un minuto di raccoglimento e seguito da un lunghissimo applauso del pubblico.
L’avvio è bilanciato, con entrambe le squadre in attacco e pensano meno a difendere, tanto che in appena 4 minuti siamo già sull’8 a 9. Moreno aiuta Roseto con 2 triple consecutive, ma Spinelli e Lestini, consentono alla Givova il primo mini allungo. Roseto reagisce con Pitts, ma Spinelli infila il “buzzer” allo scadere della frazione da oltre metà campo, che consente a coach Finelli di consumare il primo mini break con uno strappo di 8 punti (20-28).
Nel secondo quarto Scafati continua ad avere in mano l’inerzia della gara grazie a Lestini e Spinelli, oltre l’intensità di Evans. Per gli Squali, però, l’ingresso in campo di Borra da uno scossone: in meno di 10 minuti, il pivot rosetano segna ben 9 punti che rimettono in corsa gli Sharks, che dal -11 di metà periodo (27-38) recuperano fino al -3 del 20’ (47-50).
Alla ripresa, i ritmi restano elevati, ma le squadre non hanno più le stesse percentuali del primo tempo, tanto che si fa molta più fatica a segnare. Ne segue che l’equilibrio con cui si era chiuso il secondo quarto permane sul parquet: 56-57 al 25’ e 66-70 al 30’.
Gli ultimi 10 minuti si aprono con Scafati avanti di 4, ma Roseto abbassa la testa e aumenta l’intensità, soprattutto in transizione, con Borra che trova 6 punti di fila, finalizzando due schiacciate con fallo. La Mec-Energy prima torna in parità (72-72) e poi in vantaggio con una tripla di Pitts (75-74). Evans però risponde con la stessa moneta (75-77) e coach Trullo chiede time-out.
Alla fine Pitts sblocca dalla lunetta e trova il + 2 a 5.6 secondi dalla fine. Time-out richiesto da coach Finelli, che disegna l’azione dell’ultimo tiro, affidandola a Spinelli. Il PalaMaggetti segue in trepidazione il finale: rimessa di Ghiacci per Spinelli, chiuso però da un’ottima difesa di Pitts, ma il play campano, quasi senza equilibrio, lascia partire la parabola dell’88-89 con cui si chiude la partita.
MEC-ENERGY ROSETO-GIVOVA SCAFATI: 88-89
Roseto: Pitts 27, De Dominicis ne, Borra 22, Ferraro, Bartoli, Marini 3, Janelidze 4, Chavdarov ne, Bryan 3, Jackson 14, Moreno 15, All. Trullo
Scafati: Zaccariello ne, Lestini 11, Ghiacci 8, Ruggiero 3, Simmons 16, Evans 22, Matrone ne, Bisconti 8, Sanguinetti, Spinelli 21, All. Finelli
Arbitri: Tirozzi, Capurro, Volpe
Note: Parziali: 20-28, 47-50, 66-70, 88-89. Usciti per 5 falli: Evans (Scafati). Luogo: PalaMaggetti. Turno di A2 Silver: 22°. Spettatori: 1850. Roseto: 29/56 al tiro, 20/42 da 2, 9/14 da 3, ai liberi, 27 rimbalzi (5 off.), 14 assist, 13 perse, 8 recuperate, 102 di valutazione. Scafati: 32/65 al tiro, 22/35 da 2, 10/30 da 3, 15/16 ai liberi, 30 rimbalzi (10 off.), 15 assist, 15 perse, 3 recuperate, 78 di valutazione.