Roseto, Italia Thunder sfida Usa Knockouts

A il 14 marzo al Palamaggetti l’Italia Thunder Boxing Team sfiderà gli USA Knockouts in un match valevole per la nona settimana del Girone B della quinta stagione delle World Series of Boxing (WSB). L’evento sportivo vedrà scontrarsi i boxeur in 5 incontri, ognuno di cinque round da tre minuti circa.
L’Italia Thunder partecipa al “campionato del mondo” a 16 squadre nella boxe, tanto che la Federazione Pugilistica Italiana (Fpi), insieme al Coni, contribuisce alla realizzazione del torneo mettendo a disposizione del team italiano le “punte di diamante” della Nazionale ed i migliori elementi dello staff tecnico azzurro.
“In questi giorni la nostra città vive momenti esaltanti – ha esordito, in conferenza stampa, il Sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone, ricordando la fresca vittoria a Sanremo del concittadino Gianluca Ginoble – siamo onorati di poter ospitare in città i migliori pugili italiani e stranieri. Roseto degli Abruzzi ha una importante tradizione sportiva e pugilistica e sono certo risponderà alla grande all’invito dei Thunder riempiendo il Palamaggetti e sostenendo i nostri campioni. Voglio ringraziare l’Assessore allo Sport, Mirco Vannucci, e la Pugilistica Rosetana per aver lavorato e portato sul nostro territorio un evento sportivo mondiale di così grande livello”.
Roseto degli Abruzzi sarà infatti una delle 5 location scelte dai Thunder, assieme a Milano, Bergamo, Palermo e Porto Torres, per ospitare i match casalinghi della squadra, un ulteriore motivo di orgoglio per la cittadina abruzzese. “Confermiamo la nostra grande vocazione sportiva, in particolare il meraviglioso rapporto con il mondo della boxe che, grazie all’impegno di Domenico Di Battista, Presidente della Pugilistica Rosetana, ci ha visto ospitare negli ultimi anni diversi eventi di livello internazionale – ha sottolineato l’Assessore allo Sport, Mirco Vannucci – siamo convinti che sarà un evento di grandissimo spessore e che i nostri concittadini ed i tanti appassionati abruzzesi potranno godere di uno spettacolo unico”.
Quest’anno a rendere ancora più importante ed interessante il campionato c’è poi la possibilità, per i pugili che vinceranno le World Series, di staccare il biglietto per le prossime Olimpiadi di Rio 2016. “Mi avevano detto che Roseto degli Abruzzi è terra di boxe, ma devo dire che mai mi sarei aspettato un’accoglienza così calorosa e cosi tanta disponibilità e voglia di sport” ha esordito il Presidente dell’Italia Thunder Boxing Team, Paolo Casserà. “Nel match del Palamaggetti del prossimo 14 marzo affronteremo gli Stati Uniti che sono una delle squadre più forti e competitive del Girone. Loro schiereranno i migliori atleti del Paese, proprio in vista del traguardo olimpico, ma noi non saremo da meno e sono convinto che anche grazie al calore del pubblico rosetano riusciremo a centrare un importante obiettivo”.
Le World Series of Boxe saranno una vetrina importantissima per Roseto degli Abruzzi visto che saranno trasmesse, a livello nazionale, su Italia 1 e porteranno la “città delle rose” in giro per mondo visto che i match del Palamaggetti saranno trasmessi in tutto il mondo grazie al pull di televisioni internazionali che segue la kermesse.
A presentare la tappa rosetana uno dei miti del pugilato italiano degli ultimi anni, il Campione Olimpico di Pechino 2008 e campionissimo dei Supermassimi, Roberto Cammarelle, oggi Team Manager della Federazione, in città per portare i saluti del Presidente della Fpi e dell’intera squadra di cui è stato leader indiscusso. “Sono felicissimo di essere qui oggi perché di Roseto degli Abruzi serbo due bellissimi ricordi: delle esaltanti qualificazioni olimpiche ed un training camp estivo che mi permise di scoprire questa città – ha dichiarato Cammarelle che è poi entrato nel vivo, illustrando il match contro gli USA Knockouts – loro sono una squadra tosta, formata dai migliori pugili americani, gente esperta, ma sono certo che noi non saremo da meno. Invito il pubblico a riempire il palazzetto perché i ragazzi hanno bisogno della loro spinta”.
“A nome del Comitato regionale Abruzzo e Molise della Fpi voglio ringraziare l’Amministrazione e gli amici della Pugilistica Rosetana  per questo meraviglioso evento – ha sottolineato il Presidente del Comitato, Adriano D’Argenio – Roseto degli Abruzzi si conferma città amica del nostro sport con degli amministratori sensibili e sempre pronti a dare una concreta mano per portare in Abruzzo eventi così importanti”.
Come da tradizione prima del match tra l’Italia Thunder e gli USA Knockouts ci saranno una serie di incontri esibizione che vedranno salire sul ring diversi atleti e società abruzzesi che avranno così l’onore di aprire una sfida così importante. “Ci metteremo, grazie anche all’aiuto della Federazione, in contatto con tutte le società e le scuole abruzzesi per mettere in piedi un ottimo evento di contorno – ha spiegato il maestro Luciano Caioni, Tecnico della Pugilistica Rosetana – da parte nostra lavoreremo, come sempre, per la buona riuscita dell’evento e per continuare a portare a Roseto degli Abruzzi la grande boxe”.
L’appuntamento per tutti gli appassionati e non è per mercoledì 14 marzo al Palamaggetti di Roseto degli Abruzzi.