24 Luglio 2024
Sport Abruzzo

Basket, Roseto Sharks – Baltur Cento 75 – 50

Il secondo scontro diretto casalingo del girone di ritorno se lo  aggiudica Roseto con una prova importante sotto tutti i punti di vista,  soprattutto a livello difensivo, salendo così a quota 14 in classifica,  raggiungendo le due Piacenza ( Bakery prossima avversaria al  PalaMaggetti domenica prossima). Dopo la sconfitta rimediata a Cagliari  , gli Sharks giocano una delle migliori partite di questa stagione,  giocando una gara perfetta in fase difensiva ( solamente 50 punti  lasciati agli avversari ) e concreta in “zone offense” , con i  biancazzurri sempre in vantaggio dal 6°  in poi, grazie al duo Person –  Pierich ( 38 punti in due ), il solito Sherrod  da 14 e 10 rimbalzi,  mentre Akele chiude con 13, 10 rimbalzi e 6 assist; con la sconfitta gli  emiliani restano a 12 punti, perdendo anche la differenza canestri negli  scontri diretti con Roseto, +5 all’andata, meno 25 al PalaMaggetti. Match che inizia con i soliti quintetti per entrambi i coach,  D’Arcangeli e Bechi: Nikolic, Person, Eboua, Akele e Sherrod da una  parte, Mays, Gasparin, Reati, Ebeling e Benfatto ( out Moreno, in panca  solo per onor di firma ); avvio subito bruciante degli ospiti, che in un  amen si portano sul 4-9, grazie ai canestri di Gasparin e Benfatto, ed  una difesa che concede pochissimo;  al 6° Roseto, dopo una tripla di  Person, comincia a carburare, la difesa è aggressiva, e Cento comincia  ad accusare il colpo, soffrendo tantissimo i ritmi frenetici dei  rosetani. L’ingresso di Pierich fa toccare il massimo vantaggio agli  Sharks, 18-19 a fine primo parziale. Nella seconda frazione il copione non cambia, Roseto che cerca di  scappare e la Baltur che insegue:  al 13° minuto mini parziale di 3-8,  grazie a Gasparin, l’unico in grado di spaventare la difesa  biancazzurro. Ma è un fuoco di paglia,  padroni di casa che grazie a  Pierich , 4 triple nel secondo periodo, comincia a scavare un solco  insormontabile e piazzare il secondo break pesante di serata. Cento  soffre ( non basta un Gasparin da 11 punti ) e soccombe sotto le plance  anche grazie alla fisicità e atletismo rosetano.  Gli ospiti si  smarriscono, faticando tremendamente in attacco, co Person che dalla  lunetta chiude il parziale sul 37-24. Il terzo periodo inizia da dov’era finito il secondo, e cioè con Roseto  che controlla la gara, anche se Reati e Benfatto provano a dare la  scossa, ma i padroni di casa non mollano neanche di un centimetro  continuando a essere aggressivi e feroci su ogni pallone: al 25° un  canestro di Sherrod blocca il tabellone luminoso sul 45-26, massimo  vantaggio raggiunto nella gara, Roseto non si ferma, Person scaglia  l’ennesima tripla, Akele corre, schiaccia e difende come un forsennato,  con il pubblico  che si diverte ed applaudendo le giocate biancazzurre.  Ancora Person e poi Benfatto chiudono il quarto sul 56-37. L’ultimo periodo inizia con l’espulsione proprio di Person, mandato  anzitempo negli spogliatoi dalla terna arbitrale per il secondo  antisportivo di serata: ma la musica non cambia, Sherrod e Akele  giganteggiano nell’area della Baltur,  gli Sharks continuano a macinare  gioco, non mollando proprio nulla, con gli avversari ormai in difficoltà  enorme e con Bechi che inizia a ruotare tutta la panchina. Gli ospiti  spariscono definitivamente e Roseto blinda i due punti finendo il match  con un quintetto giovanissimo, tra cui Luca Cocciaretto, con risultato  finale di 75-50. Prossimo turno,  i biancazzurri saranno di scena a Forlì, contro l’ex  Marini, mercoledì 30 gennaio, nel secondo infrasettimanale della  stagione.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie