Basket, Sharks Roseto aspetta Pompea Mantova al Palamaggetti

Giro di boa arrivato nella Regular Season di A2 con gli Sharks che chiudono a quota 10 punti, a +4 sull’ultima in classifica ed a pari punti in un gruppone composto da altre quattro squadre.
Ruolo importante, come sempre, per il prossimo match casalingo del 13 gennaio lo giocherà anche il pubblico rosetano, sono già in vendita i biglietti per assistere alla gara contro la Pompea Mantova.
Avversari dei biancazzurri in questa 16° di regular season ( 1a di ritorno ) saranno gli Stings di Mantova, posizionati al nono posto in classifica con 12 punti all’attivo, frutto di 6 vinte e 9 perse.
Nel match di andata, giocato il 7 ottobre scorso, vittoria dei lombardi per 85-78, nella gara che di fatto ha inaugurato il campionato dei biancazzurri: in stagione Mantova segna 79 punti di media ( subendone oltre 82 ), con il 52% da due, il 31 da tre e con oltre 37 carambole arpionate a gara, una delle migliori del girone. Mantovani che hanno cambiato radicalmente marcia dopo l’avvicendamento in panca, arrivato coach Finelli al posto di Seravalli, ed alcuni movimenti nel roster: uscito Cucci, insieme all’infortunato Warren, arrivato Rain Veideman, che ha stravolto l’assetto mantovano, il quale ha raccolto 8 punti nelle ultime 7 gare.
Quintetto per coach Finelli che dovrebbe prevedere in cabina di regia proprio il classe ’98 Lorenzo Maspero, data l’indisponibilità prolungata di capitan Luca Vencato,  nei ruoli di esterni agiranno l’estone ex Udine Rain Veideman , l’ago della bilancia nell’attacco lombardo con quasi 21 punti a gara ed una leadership non indifferente,  e l’ex Udine e Ferentino Tommaso Raspino, probabilmente il miglior difensore tra le file degli Stings;  sotto le plance proveranno a dar fastidio a Sherrod e co. Anthony Morse, chiamato a non far rimpiangere Bobby Jones, proveniente lui dalla Serie A tedesca e miglior rimbalzista del campionato con 10,5 palloni catturati a gara, e l’oriundo ex Orzinuovi Josè Ghersetti, mortifero dalla linea dei tre punti; dalla panchina coach Finelli, dati i problemi di infortuni e di roster ha poca scelta, ma nelle ultime settimana i tanti giovani presenti si stanno riscattando alla grande meritandosi ampi minutaggi, esempio lampante Giovanni Poggi, che cambierà i due lunghi, Visconti, oltre 10 punti per l’ex Verona, darà minuti ai “piccoli” insieme al mancino Matteo Ferrara.