Pescara, scoperto 12 tonni senza documenti provenienza

tonno rosso

Sequestro di tonno rosso (12 esemplari) effettuato dalla Sezione Polizia Marittima della Guardia Costiera di . Lungo il raccordo autostradale Pescara-Chieti i militari hanno fermato un veicolo, intestato a una ditta per la compravendita di prodotti ittici, al cui interno hanno scoperto 12 esemplari di tonno rosso per un peso complessivo di 495 kg.
I conducenti del mezzo non sono stati in grado di fornire la documentazione prevista dalla normativa comunitaria e nazionale per identificare la provenienza del prodotto ittico. Elevata anche una sanzione amministrativa per ottomila euro.
“Questo tipo di operazioni – ha detto il direttore marittimo di Pescara Donato De Carolis – sono finalizzate a interrompere il mercato clandestino, che viene alimentato dalle catture illecite non documentate. Al momento la pesca di questa specie è consentita a un numero ristretto di imbarcazioni in possesso di permesso speciale ed è controllata secondo un rigido sistema di controllo normativo”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.