Roseto, “Dove sono finiti i soldi per il campanile di Montepagano?”

fratelli-d-italia

“Dove sono finiti i soldi per il campanile di Montepagano?” una semplice domanda a cui Fratelli D’Italia attende una risposta valida e significativa. Questo il significato di un nuovo comunicato stampa diffuso da Francesco Di Giuseppe coordinatore comunale di Fratelli d’Italia di , di cui pubblichiamo il contenuto.
“La replica alle domande poste dal nostro partito nei giorni scorsi sulla questione campanile di Montepagano sono cadute nel vuoto, la non risposta del segretario nonché consigliere comunale del PD Aloisi non convince Fratelli d’Italia.
Ad informarsi meglio e rispondere deve essere lui!.
Aloisi tenta di buttare il pallone in calcio d’angolo ma maldestramente si dà il pallone in faccia.
E’ facile divagare su argomenti che nulla hanno a che vedere con le domande poste da noi, eppure i nostri quesiti erano più che chiari.
Il finanziamento di cui parla Aloisi, proveniente dal Ministero per i beni e attività culturali non è stato preso in considerazione dal nostro comunicato giacché la nostra richiesta di chiarimento era in merito al primo progetto, i cui fondi erano stanziati direttamente dal Comune e che prevedevano il miglioramento sismico del campanile, che se fossero stati realizzati in tempi celeri avrebbero permesso al manufatto di resistere al sisma di fine Ottobre 2016, a questo Aloisi continua a non rispondere.
Lo studio approfondito e accurato dei documenti a nostra disposizione ha poi permesso di far emergere le lungaggini concernenti i lavori del secondo progetto, quello di somma urgenza da cui sono scaturite le nostre perplessità, tra cui il perché delle doppie figure tecniche e dei doppi cantieri, e perché lo smantellamento del cantiere sia stato ad “orologeria” pre Regionali, dopo 10 mesi dal certificato di regolare esecuzione a cui il segretario Dem non ha dato nuovamente risposta.
Per senso di responsabilità nei confronti dei nostri concittadini, insistiamo con le nostre domande:

  • Che fine hanno fatto i fondi stanziati dall’Amministrazione Pavone?
  • Che fine ha fatto l‘appalto conseguente?
    La risposta frettolosa e superficiale dataci dimostra, invece, che ad essere confusa non è l’opposizione di questa Città ma la maggioranza, riguardo ai fondi su cui sposta l’attenzione Aloisi noi ricordiamo solo le parole del consigliere e architetto Di Sante che a Febbraio 2018 dichiarava che i 500.000€ erano “soldi reali, non chiacchiere, procederemo con il progetto esecutivo e successivamente con l’appalto” che stridono rispetto a quelle del segretario comunale del PD, il primo facendo intendere che la gestione economica e progettuale è di competenza comunale mentre l’altro sostiene che la competenza sarà della Soprintendenza.
    Fratelli d’Italia vuole risposte celeri e pertinenti riguardo i fondi stanziati dall’Amministrazione di centrodestra per l’adeguamento sismico e chiede meno annunci elettorali e più chiarezza a questa amministrazione”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.