Roseto, rifiuti differenziati anche nei mercati rionali

mercato roseto

A partire da giovedì mattina, i vigili del comando di polizia municipale, consegneranno agli operatori dei mercati rionali delle lettere in cui verranno esplicitate alcune regole per il corretto conferimento dei rifiuti, e individuate alcune aree per agevolare il deposito degli stessi. L’assessore comunale all’Ambiente, Nicola Petrini, così commenta la decisione di recapitare la lettera: “Abbiamo deciso di individuare delle aree, oltre che precisare alcune modalità di conferimento, in modo da evitare lo spargimento di rifiuti e cartacce nelle aree circostanti al termine del mercato.
Anche perché, specie nelle giornate con forti raffiche di vento, il problema delle cartacce sparse si amplifica notevolmente. Un problema del resto lamentato da molti residenti.
Il mio invito ai venditori ambulanti dunque è quello di fare attenzione al decoro delle aree di svol-gimento del mercato affinchè siano pulite e ordinate come i loro negozi e le loro attività”.
Nella lettera si spiega che carta e cartone devono essere conferiti all’interno di scatole o buste di cartone legate con spago.
La plastica va conferita in buste di plastica, anche queste legate con spago o comunque chiuse.
L’organico va conferito in buste biodegradabili o scatole. L’indifferenziato va buttato in buste nere o altri contenitori, mentre il vetro va conferito in scatole o altro contenitore idoneo.

Per quanto riguarda il mercato di piazza Olimpia del martedì, il comando ha indicato due aree a destra e sinistra della piazza per l’accumulo dei rifiuti in modo da agevolare le o-perazioni di ritiro del Comune.
Stessa cosa per il mercato del lungomare.
Qui le aree di deposito individuate sono tre ovvero il parcheggio prospiciente la gelateria Magrini, il parcheggio di fronte alla pineta e infine il parcheggio di fronte al lido Paranzella.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.