Spoltore, carabinieri arrestano un 40enne

carabinieri arresto

Ha aggredito con calci e pugni prima il padre, poi lo zio intervenuto in suo aiuto e infine anche i carabinieri giunti sul posto per cercare di sedarlo.
Per questo motivo un uomo di 40 anni, A.S. residente a è stato arrestato ad Alanno dai militari dell’Arma della locale Stazione.

In base alla ricostruzione di quanto avvenuto, il 40enne, dopo aver bevuto alcol e con rancori in sospeso nei confronti del padre per vecchie questioni economiche riguardanti divisioni patrimoniali, ha raggiunto la casa dell’anziano ad Alanno l’altro ieri sera, lunedì 8 aprile.

Entrato nell’abitazione ha aggredito il padre con calci e pugni. In suo soccorso è arrivato anche lo zio dell’aggressore (che vive nelle vicinanze) dopo aver udito le urla e richieste di aiuto della vittima. Ma anche lo zio è stato aggredito anche con il lancio di diversi oggetti, compreso un cartone di uova. Nel frattempo erano state allertate le forze dell’ordine e sul posto sono giunti i carabinieri diretti dal luogotenente Nazzareno Marchini al fine di calmare il figlio e nipote violento.

Ma il 40enne, in preda a un impeto di violenza, per continuare il suo intento criminale nei confronti degli sventurati parenti, ha spintonato e scalciato anche i militari intervenuti procurando, inoltre, a uno di questi, delle lesioni giudicate guaribili in 3 giorni.
A. S. residente a Spoltore, già noto alle forze dell’ordine e che in precedenza era già stato denunciato per maltrattamenti in famiglia per aver malmenato il padre, A.D. classe 49 residente ad Alanno, è stato così bloccato e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.