22 Luglio 2024
Cronaca Abruzzo

Roseto, resoconto ultimo consiglio comunale

Il consiglio comunale di Roseto, riunitosi nella seduta di martedì 4 giugno, ha provveduto alla nomina del Collegio dei revisori dei conti per il triennio 2019/2022 che risulta così composto: Mario Feliciani, in qualità di presidente, e Angelo Gialloreto e Alessandro di Berardino come componenti.

Successivamente si è provveduto anche a indicare i componenti del Comitato partecipativo dell’Urban Center, lo strumento nato con l’obiettivo di comunicare i processi di pianificazione urbanistica e programmazione delle trasformazioni della città di Roseto, stimolando la partecipazione dei cittadini alle attività di selezione e scelta degli obiettivi da raggiungere nell’ambito delle politiche di governance della città.
Il Comitato partecipativo, quale organo dell’Urban center è composto da due consiglieri del gruppo di maggioranza, uno di opposizione, due consulenti tecnico/scientifici redattori del Piano particolareggiato di Roseto capoluogo e, qualora si ravvisasse la necessità in relazione agli argomenti da trattare, da un rappresentante delle associazioni.

Per quel che riguarda la maggioranza sono stati designati Simone Aloisi del Pd e Massimo Felicioni di Roseto Protagonista, mentre per quel che riguarda l’opposizione è stato indicato Mario Nugnes di Abruzzo Civico.
Nel corso della seduta si è poi provveduto a ratificare una variazione di bilancio di entrata e uscita al fine di provvedere alle sopravvenute esigenze di entrata e spese relative a:

  • Piano distrettuale sociale 2019 in quanto a far dato dal 1 aprile 2019 non si è ancora realizzata la zona di gestione separata e pertanto occorre continuare la gestione del sociale tramite convenzione con l’Unione fini al 31 luglio 2019, a eccezione per la comunità di pronta ac-coglienza per minori gestita direttamente dal Comune di Roseto.
  • Spiagge sicure 2019, progetto per il quale è stata presentata domanda di accesso al fondo per un importo di 41mila 900 euro e finalizzato al contrasto all’abusivismo commerciale.
  • Incasso di 13mila euro per l’autonoma sistemazione da elargire agli aventi diritto.
  • Necessità di rimpinguare il capitolo della refezione per un importo di 6mila 200 euro necessario a riparare le attrezzature delle mense.

Per quanto riguarda la mozione sulla definizione agevolata delle entrate degli enti locali, i presenti hanno votato all’unanimità un rinvio, ad eccezione di Enio Pavone e Marcone che hanno abbandonato l’aula al momento del voto.

La mozione presentata invece dal consigliere di minoranza Rosaria Ciancaione relativa ai rimborsi Tari alle famiglie e conseguente all’applicazione della sentenza del Tar Abruzzo, la maggioranza ha deciso di respingerla.
Il sindaco a tal proposito, così ha dichiarato: “Ritenendo acclarate le interpretazioni sul fondo crediti di dubbia esigibilità- ha detto Di Girolamo – abbiamo deciso di respingere la mozione poiché il consigliere ha proposto in aula una sua interpretazione della sentenza, mentre ritengo sia mio dovere tuttavia rispettare l’interpretazione che mi è stata fornita dai dirigenti del Comune e dall’avvocatura civica.
Ciò non toglie tuttavia che qualora ci sarà un ricorso così come annunciato, ci atterremo alle indicazioni che verranno fornite eventualmente dal Tar”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie