lavoro

Stipulata, nelle settimane scorse, una convenzione tra il Comune di Città Sant’Angelo e il Tribunale di Pescara, per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità da parte di soggetti condannati per reati minori. Queste persone saranno chiamate a svolgere gratuitamente queste tipologie di interventi. L’intento, per questi uomini o per queste donne, è quello di palesare un ravvedimento edi dimostrare la forte volontà di voltare positivamente pagina, lasciando alle spalle i momenti più difficili della propria vita.Il Comune di Città Sant’Angelo ha voluto cogliere immediatamente questa opportunità, perché vuole dare una seconda opportunità a persone che hanno sbagliato e che hanno tutte le intenzioni di riparare la situazione. Il loro operato sarà svolto per la comunità, proprio nel segno della consapevolezza di aver sbagliato e di voler rientrare nella società. L’ufficio esecuzione pene esterne, su incarico del Tribunale di Pescara, verificherà l’andamento del percorso comunità della persona interessata.Città Sant’Angelo potrà attivare due percorsi, uno dei quali è già in fase di attuazione.Soddisfatto di questo accordo, il Vice Sindaco, Lucia Travaglini: “Sono molto di contenta che il Comune abbia potuto chiudere questa convenzione con il Tribunale. Poter reinserire attraverso lavori di pubblica utilità, persone che hanno commesso reati minori e che vogliono redimersi è proprio il concetto più azzeccato di rieducazione che deve esserci. Chi sbaglia non deve avere una punizione ma deve essere rieducato e reintrodotto nella società e noi, come Comune, vogliamo fare”. Contento anche il Sindaco, Matteo Perazzetti: “Un accordo molto importante e che dimostra quanto l’attuale amministrazione tenga al sociale. Infatti, questa era una mozione che noi avevamo già presentato quando eravamo all’opposizione e che era stata bocciata dalla maggioranza di allora. Non c’era la volontà di intraprendere questo percorso e noi, oggi, in poco tempo, abbiamo fatto sì che la convenzione venisse firmata da entrambe le parti. È un’opportunità per tutti, sia per la persona che andrà a svolgere questi lavori di pubblica utilità e sia per la comunità. Sono davvero soddisfatto e speriamo possa essere solo l’inizio di questa avventura”.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.