17 Giugno 2024
Arte e CulturaRubriche

Teramo, Ludattica vince al Toys Awards 2021

ludattica

Conclusa la quarta edizione dei Toys Awards 2021, una tra le iniziative più importanti nel settore del giocattolo, realizzata in collaborazione con Toys Milano e Assogiocattoli, che ogni anno valorizza con premi d’eccellenza l’impegno delle aziende del settore che si sono distinte nell’ideazione e realizzazione di attività di marketing, comunicazione e prodotto svolte nell’anno solare 2020.
Con la partecipazione online di oltre 30 aziende protagoniste del panorama nazionale e internazionale, a conquistare il gradino più alto del podio nella categoria dei giochi prescolari è stata Ludattica, con il suo originale “Teatrino delle ombre nel mondo delle fiabe”.
A decretare l’assegnazione dei premi, una giuria composta da 45 membri fra buyer, GD, GDO, GDS, NormalTrade e operatori del settore.

Il brand Ludattica è nato nel cuore di Educational, azienda italiana specializzata nella progettazione, sviluppo e produzione di giochi in scatola di alta qualità, libri e libri-gioco. È inoltre un’azienda la cui attività abbraccia anche l’editoria scolastica. In ogni prodotto Educational vive l’unicità e l’irripetibilità della tradizione made in Italy.

Il gioco vincitore è un grande teatro in robusto cartone, con diversi scenari e sagome di personaggi che permettono ai bambini di mettere in scena le fiabe classiche. Inclusi nella confezione, inoltre, uno schermo di stoffa, una torcia con poggia torcia e una guida illuminante sull’uso del teatrino, con consigli per sfruttarne al meglio le potenzialità ludico-creative.
Il gioco trae ispirazione da un’antica forma di spettacolo popolare diffusa in varie culture e di grande impatto scenico, dove il fascino della finzione teatrale e l’incanto delle ombre trovano la giusta sintesi. Dalla pura sperimentazione delle ombre alla messinscena di interazioni teatrali, sono tutte esperienze ludiche che alimentano la fantasia e la capacità di narrazione, oltre a stimolare la manualità fine e la coordinazione corporea.
Inoltre, nel concetto stesso di finzione teatrale è insito un altro importante aspetto educativo del gioco. Quando il bambino racconta, imita, interpreta, sperimenta, esprime, allora si mette in gioco. Proprio questo mettersi in gioco è un percorso di crescita, uno stimolo allo sviluppo della propria intelligenza emotiva: il bambino impara a riconoscere e a gestire emozioni e stati d’animo, incanalandole nella giusta direzione.

In una nota stampa, afferma Alessandra Lisciani, CEO di Educational
“Ricevere questo premio è stata una bella emozione e ringrazio di cuore il mio team di collaboratori, a vincere è stata la loro passione e determinazione. È una vittoria ancor più significativa se penso che il teatrino è un prodotto a cui siamo particolarmente affezionati, perché è un po’ il simbolo del nostro modo di interpretare il valore del gioco. In un contesto così sovraffollato e complicato, come quello che vivono i bambini oggi, mi piace pensare che ci sia un necessario bisogno, più o meno consapevole, di ritorno alla semplicità. E il gioco del “fare finta di” risponde proprio a questa esigenza. Del resto, si tratta di un meccanismo innato e spontaneo di espressione che affascina i bambini e che, nei bambini, trova degli interpreti straordinari.”

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie