Castel del Monte, Nova Eroica Gran Sasso, programma eventi fine settimana

Nova Eroica Gran Sasso

Sotto il segno della passione autentica per il , l’ambiente e il territorio, Nova Eroica parte sotto i migliori auspici e rappresenta un’occasione unica e da non perdere per scoprire un territorio ricco di natura e di storia, da ammirare in sella ad una bici e nella quiete dell’Appennino Abruzzese.

L’appuntamento è per sabato 17 settembre sulle antiche strade bianche della transumanza, contornate dalla maestosità del Gran Sasso, dove si gode un panorama in costante mutamento: dalle verdi vallate coperte di boschi si sale fino alle fonti abbeveratoi pastorali dove sgorga acqua freschissima, tra aridi contorni rocciosi delle vette più alte dell’Appennino.

(cuore pulsante di tutta la manifestazione) e l’incontaminato paesaggio del Gran Sasso (Castelvecchio Calvisio, Barisciano, Calascio e Santo Stefano di Sessanio fino alla maestosa piana di Campo Imperatore, coinvolgendo anche L’Aquila) costituiscono il “periplo” dei quattro percorsi previsti dagli organizzatori di Puntobike Asd che fanno gola ai meno allenati e ai più audaci delle lunghe distanze: 45 chilometri per il giro corto con la Rocca di Calascio, il medio di 84 chilometri solo per bici gravel della piana di Campo Imperatore, il medio-bis di Campo Imperatore di 89 chilometri e il lungo di 133 chilometri anch’esso solo per bici gravel e che si spinge fino al Santuario di Giovanni Paolo II.

Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo: “La bicicletta è un mezzo straordinario che sta conoscendo in questi ultimi anni un’ampia diffusione grazie all’evoluzione tecnologica e alla pedalata assistita. Oggi la bici non è più considerata un mezzo vecchio, antico e inutilizzabile, adesso è il mezzo di mobilità più ricercato non solo per spostarsi ma soprattutto per incentivare il turismo. Nova Eroica Gran Sasso serve a far conoscere a una vasta platea di appassionati da tutto il mondo la bellezza e la fruizione dei nostri percorsi sulle montagne del Gran Sasso, dove poi andremo a realizzare in futuro un’infrastruttura permanente unica in Europa e di forte attrazione del turismo di ogni di ogni tipo”.

Guido Quintino Liris, assessore allo sport della Regione Abruzzo: “Puntiamo forte sui grandi eventi come motore non soltanto a livello sportivo, turistico e naturalistico. Diamo ufficialmente il benvenuto a Nova Eroica Gran Sasso che rappresenta il traslare della manifestazione di livello internazionale del ciclismo che annualmente si svolge a Gaiole in Chianti in Toscana. Questa Nova Eroica abruzzese coinvolge i territori della zona pedemontana e quella di arroccamento verso il Gran Sasso. Con questa manifestazione andiamo a creare le prospettive per realizzare un’infrastruttura naturale e non impattante per il territorio, sulle strade non asfaltate che riguardano i comuni di Castel del Monte, Castelvecchio Calvisio, Santo Stefano di Sessanio, Barisciano e Calascio. Grazie a questo sforzo, l’Abruzzo diventa attrattivo tutto l’anno per coloro che avranno voglia e desiderio di provare la pista della Nova Eroica con materiale autoctono”.

Emiliano Di Matteo, consigliere della Regione Abruzzo: “Nova Eroica segna la storia dei grandi eventi dello sport in Abruzzo, è l’inizio di una grande esperienza che costituirà ricchezza per i nostri territori. Faremo innamorare tutti della nostra terra e dei nostri prodotti anche grazie alla lungimiranza degli amministratori locali. Un ringraziamento pieno di stima e di riconoscenza al presidente Marco Marsilio ed all’assessore Guido Quintino Liris. La Regione si è fatta carico di questa idea con impegno e generosità, insieme a Marco Capoferri, Andrea Montecchia e all’inventore dell’Eroica Giancarlo Brocci, amici innamorati come me dello sport, del ciclismo e dell’Abruzzo

Matteo Pastorelli, sindaco di Castel del Monte: “Con una sola iniziativa realizzo due sogni. Il primo da amministratore perché non capita tutti i giorni di portare un evento di richiamo internazionale nel nostro territorio e in sintonia con i sindaci dei comuni vicini di Castelvecchio Calvisio, Calascio, Barisciano, Santo Stefano di Sessanio e anche in parte L’Aquila. Il secondo come appassionato di ciclismo, è perché invidiavo i territori della Toscana e ci siamo riusciti a portare l’atmosfera dell’Eroica nel nostro Abruzzo, in attesa di mettere a frutto il progetto per la realizzazione di un tracciato ciclabile, lungo le strade bianche del Gran Sasso, attraverso un tipo di lavorazione naturale ed ecocompatibile con l’utilizzo di materiale in loco che viene reso invulnerabile”.

Giancarlo Brocci, inventore de L’Eroica: “Grazie Abruzzo! Ho tanta considerazione di questa regione ai tempi del Giro Bio dilettanti quando conobbi Marco Capoferri, Andrea Montecchia ed Emiliano Di Matteo e con loro realizzammo alcune tappe nella Val Vibrata compresa la spettacolare cronometro sulla pista ciclopedonale tra Giulianova, Tortoreto ed Alba Adriatica. E proprio grazie al Giro Bio che ho rafforzato l’amicizia e scoperto le potenzialità della bicicletta in Abruzzo e del suo territorio con una grande montagna come il Gran Sasso a un’ora dal mare Adriatico e a poca distanza da Roma. Nova Eroica è l’indice di zone speciali per il turismo in bicicletta che hanno caratteristiche peculiari e l’Abruzzo è lo scenario perfetto per una regione che ha il 33% del territorio a Parco Nazionale”.

Marco Capoferri a nome del comitato organizzatore in loco dell’Abruzzo Puntobike Asd: “Abbiamo una regione speciale, veramente ideale per andare in bicicletta. Il Gran Sasso è il sogno di ogni ciclista di pedalare lontano dal traffico. Nova Eroica è la realizzazione di un obiettivo: quello di portare un turista nuovo in Abruzzo che ama il territorio e degustarlo a 360 gradi. Le strade bianche di questa Nova Eroica abruzzese sono i vecchi tratturi e da qui ci sono scenari unici dove è possibile cogliere l’essenza del nostro paesaggio. Abbiamo oltre 300 iscritti con presenze dall’estero e anche oltre oceano, nonché quella dell’ex professionista Damiano Cunego. Intorno all’evento clou del sabato, stiamo sviluppando una sorta di festival con l’accoglienza, la consegna del pacco gara a ciascun partecipante con prodotti tipici, gli stand espositivi, la serata musicale e un momento conviviale con la cena degli eroici. Domenica 18 chiuderemo con una bella ciclopedalata per bambini attorno Castel del Monte”.

Alessandra D’Ettorre, ex professionista e testimonial dell’evento: “Il messaggio più importante è quello di unire lo sport al turismo dei nostri territori. È un evento che deve continuare nel tempo, dietro di noi c’è una grande squadra di volontari che non si stanno tirando indietro, oltre ai nostri concittadini perché ci credono e hanno recepito il nostro messaggio di questo grande avvenimento”.

VENERDI’ 16 SETTEMBRE

– Ore 14,00 inizio operazioni di segreteria, ritiro pettorali e pacchi gara presso locali del comune di Castel del Monte in viale della Vittoria, oltre all’apertura degli stands espositivi, prodotti locali, mercatino e spettacoli itineranti.

– Ore 19,45 chiusura segreteria.

– Ore 20,00 Cena degli Eroici presso l’Hotel Parco del Gran Sasso in Castel del Monte.

SABATO 17 SETTEMBRE

– Ore 6,00 apertura segreteria, ritiro pettorali e pacchi gara

– Ore 7,15 apertura griglie di partenza

– Ore 7,45 saluto delle autorità

– Ore 8,00 partenza ufficiale Nova Eroica Gran Sasso edizione 2022

– Ore 12,00 apertura Pasta Party

– Presso l’info point è possibile prenotarsi per il bus navetta per la visita al Castello di Rocca Calascio e le visite guidate al borgo antico e al museo di Castel del Monte

– Ore 17,00 premiazione Nova Eroica edizione 2022

– Dalle ore 18,00 in poi spettacoli itineranti lungo Viale della Vittoria di musica folk, esibizione del popolare gruppo del saltarello di Amatrice.

DOMENICA 18 SETTEMBRE

– Ore 9,30 Pedalata in famiglia, con grandi e piccini, intorno al borgo di Castel del Monte, seguirà rinfresco e mini gadget per i bambini.

– Ore 12,00 Saluti e ringraziamenti

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.