28 Febbraio 2024

TG Roseto

Notizie locali Abruzzo e nazionali – Informazione in tempo reale

Teramo, Coppa Italia, Lisciani batte Celano 5 a 3 e diventa campione d’Abruzzo

15 anni dopo l'ultima volta, torna sul trono del futsal abruzzese. Lo fa grazie alla Lisciani
del DG Giancarlo Marinari e del Team Manager Giampaolo Marini, che vince la prima Coppa Italia
della sua storia battendo lo Sport Center Celano 5-3. In un PalaRoma sold out, la squadra allenata
da mister Walter Di Domenico vive oltre due ore da urlo, in un'altalena di emozioni che porta i
biancorossi in Paradiso.
L'apertura di cronaca è da legare alle assenze, all'atto decisivo, di Matteo Galanti e Renato
D'Andrea, due dei perni della squadra teramana, il primo infortunato e il secondo squalificato. Ma
non ci si guarda indietro e l'inizio della Lisciani è propositivo, nei primi 3' doppio lampo di Di
Blasio, prima stoppato dal portiere Angelosante in spaccata e poi dal palo direttamente da corner.
Nel mezzo un'incursione di Federico Benigni murato anche lui dall'estremo marsicano. Dall'altra
parte vani i tentativi su punizione di Cavalli, murato dalla retroguardia teramana. Livello di
agonismo alto, e squadre che non si disuniscono concedendosi pochi spazi a vicenda. Rompe gli
indugi il solito Fabiano Compagnoni al 13': è lui ad andare sul fondo spiazzando il portiere con un
diagonale che centra il palo, sulla ribattuta è lesto Alessandro Benigni che scarica a rete l'1-0. 1'
dopo, è ancora quest'ultimo a sfiorare la marcatura dal limite, ma stavolta manca il bersaglio di un
nulla. Il Celano si scuote con una punizione di Fantauzzi respinta da un difensore sul palo lontano,
sul capovolgimento di fronte Compagnoni in diagonale sfiora il legno a portiere battuto.
Angelosante si fa poi trovar pronto su un fendente di Di Blasio dalla media distanza a 3' 40'' dal
termine del primo tempo. Da qui in poi i ragazzi di mister Di Domenico hanno la lucidità di gestirsi
al meglio nonostante i già 5 falli spesi evitando di mandare in lunetta di libero gli avversari, fino
all'intervallo. Nella ripresa sprint veemente dello Sport Center, ma sul terra aria dal centro destra di
Mimura c'è l'opposizione sicura di Fredducci. Al 23' 24'' riecco la Lisciani: Di Blasio ci prova
dalla lunga distanza, c'è una leggera deviazione che manda la palla in corner di poco. Pochi istanti
dopo Alessandro Benigni va a concludere dal limite, Angelosante ribatte sui piedi di Di Blasio che è
impreciso nell'esecuzione. Mimura, per Celano, dal limite cerca di sorprendere sul primo palo
Fredducci, che risponde in spaccata e salva. 12' 27'' al termine, Passamonti intercetta palla a
centrocampo e allarga a sinistra per Compagnoni, cross sul palo lontano dov'è ben pronto Alessio
Ferretti che raddoppia per Lisciani! E Teramo va ad un passo dal tris quando Compagnoni pesca Di
Blasio sul secondo palo, ma il numero 8 da due passi manda a lato e grazia Angelosante. Ben
peggiore il pericolo corso a 7' dalla fine, con un missile di Mimura che centra il palo interno e torna
in campo a portiere battuto. Match che si accende ancor di più quando Alessandro Benigni, già
ammonito, riceve il secondo giallo per un fallo poco fuori l'area e lascia il campo in anticipo. E
Celano sfrutta subito con il gol di Cavalli dal limite, raccogliendo una respinta corta della difesa
sulla punizione di Fantauzzi. Emozioni a grappolo, Federico Benigni si invola lasciando sul posto
Cavalli stesso, ma si vede murare dall'uscita bassa di Angelosante. A 2' 28'' dalla fine, Celano
sfrutta il gioco col portiere e manda in gol Fantauzzi da centro area per il 2-2. Tutto torna in gioco,
tutto torna in dubbio anche se la Lisciani avrebbe la chance del nuovo vantaggio con il contropiede
di Federico Benigni che viene neutralizzato nuovamente dal portiere. Si va ai supplementari, che
partono col botto per i marsicani: Mimura sull'out mancino inventa un'imbucata perfetta sul palo
lontano, Natale deve solo spingere in porta per il 3-2. Vantaggio che dura poco, perché a 1' 24''
dalla sirena del primo extra time, Federico Benigni scambia con un compagno e piazza in buca
d'angolo il gol che lancia definitivamente Teramo. All'inizio del secondo supplementare, lo stesso
Federico Benigni intercetta e apre subito il piede verso Compagnoni, assist di ritorno e gol facile
facile a porta sguarnita, 4-3! Per Sport Center diventa necessario schierare il portiere di movimento,
nuovamente, ma di fronte trova un'attentissima difesa che sa attendere e punisce al momento giusto.
Mancano 70'' quando, infatti, lo stesso Benigni intercetta e si invola verso la porta, Mimura lo
falcia da dietro e viene espulso, con il sesto fallo commesso che manda l'azione al tiro libero. Tira
Di Blasio, freddissimo e determinante, 5-3 e inizio di quello che, pochi istanti dopo sarà un vero
tripudio teramano. Vittoria storica per una squadra partita da lontano e che corre in Serie C1 da
capolista all'alba di questo nuovo anno solare. 3 vittorie in 3 giorni per guardare tutti dal punto più
alto, Teramo torna protagonista del futsal e si affaccia al palcoscenico interregionale. La Lisciani,
infatti, difenderà l'onore abruzzese nella Coppa Italia Nazionale, in programma da febbraio con il
primo round che vedrà D'Andrea e compagni di fronte a Bojano e Parthenope Futsal. Ma adesso
non ci si pensa, e non si pensa nemmeno al match di campionato di sabato (h. 15) con Minerva al
PalaAcquaviva. Sono i giorni di gloria, prima di tornare al lavoro, con una Coppa Italia in più e
un'esperienza sensazionale alle Final Eight.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie