21 Febbraio 2024

TG Roseto

Notizie locali Abruzzo e nazionali – Informazione in tempo reale

Teramo, sindaco riceve in municipio il militare Lorenzo Venturoni

Il militare Lorenzo Venturoni, premiato dal Generale Francesco Paolo Figliuolo con un encomio solenne nell'ambito di una missione in Kosovo, è stato ricevuto in Comune dal Sindaco di : “Esempio di coraggio e dedizione”.

Il Sindaco Gianguido D'Alberto ha ricevuto nel suo ufficio, in via Carducci, il Graduato Scelto Lorenzo Venturoni, accompagnato dai familiari.
Un incontro che ha voluto rappresentare un momento di confronto e riconoscimento, da parte della comunità teramana, al giovane militare, che a settembre 2023 ha ricevuto un encomio solenne dal Generale Francesco Paolo Figliuolo per il coraggio e la dedizione dimostrate nell'ambito dell'Operazione “Joint Enterprise” in Kosovo.
L'encomio, in particolare, gli è stato conferito in virtù dell'attività svolta il 29 maggio 2023 nella città di Zvecan, nel nord del Kosovo, a protezione del Muncipio, nell'ambito delle proteste da parte di dimostranti contro l'insediamento del nuovo sindaco.
In quell'occasione, il Graduato Scelto Lorenzo Venturoni, nonostante fosse rimasto ferito a una mano, continuò ad operare sul luogo dell'operazione soccorrendo i colleghi, dimostrando un grande spirito di sacrificio. Un coraggio e una dedizione premiate con l'encomio da parte del Generale Figliuolo.
Nel corso dell'incontro il Sindaco ha consegnato al Graduato Scelto Lorenzo Venturoni una targa ricordo a nome della città di Teramo: “Caro Lorenzo – recita la targa – la comunità di Teramo, orgogliosa di averti come figlio, ti accoglie esprimendo la sua più alta ammirazione per il tuo coraggio e la tua dedizione”.
Confrontandosi con il primo cittadino, Venturoni ha spiegato di vivere il riconoscimento tributatogli dalla città “non come un riconoscimento individuale ma come quello del lavoro di tutte le forze armate, di tutti i militari che come me hanno fatto tanti sacrifici”.

Il Sindaco, nel ringraziarlo per il suo percorso nelle forze armate, sempre a disposizione della comunità, ha evidenziato come la sua esperienza di vita sia “un esempio e un messaggio per tutti: quello di fare sempre il proprio dovere, fino in fondo, ciascuno nel proprio ruolo, essendo sempre soccorritori dell'altro, portatori dei valori e degli ideali scolpiti nella nostra Costituzione”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie