Pescara, flashmob per vittime di Taranto

flashmob

Flashmob a per le giovanissime vittime dell’inquinamento ambientale di . A organizzarlo il Par, Patto per l’Abruzzo Resiliente, associazione di promozione sociale per la sicurezza di ambiente e territorio. Con l’appello “Diamo valore alla vita: i rischi ambientali e la salute pubblica riguardano anche te!”, il Par ha dato appuntamento in piazza della Rinascita alle 18, in contemporanea con la “Fiaccolata per i nostri Angeli”, organizzata a Taranto dall’associazione dei Genitori Tarantini in memoria dei bimbi morti per il cancro e di tutte le vittime di malattie che si ritengono connesse all’inquinamento.
    Un’iniziativa per ricordare Giorgio Di Ponzio, quindicenne di Taranto morto un mese fa dopo tre anni di calvario a seguito di un sarcoma dei tessuti molli. “Il diritto al lavoro non può prevaricare sul diritto alla salute. Le due cose possono e devono convivere in modo consapevole e i bambini hanno diritto a vivere, studiare e giocare, a Taranto e dappertutto” è il messaggio del Par.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.