Sulmona, Giobbe Covatta in scena la Divina Commediola

Giobbe Covatta

Giovedì 28 febbraio alle 21,00 al Teatro Comunale Maria Caniglia di ACS Abruzzo e Molise Circuito Spettacolo propone fuori abbonamento, Giobbe Covatta in scena con la Divina Commediola, uno spettacolo grazie al quale Covatta, che è testimonial di AMREF (Fondazione Africana per la Medicina e la Ricerca) tra le risate invia messaggi importanti legati alla solidarietà e al riconoscimento dei Diritti dei bambini.

Si ride, e parecchio anche, ma il nocciolo è che i bambini, così come tutti gli esseri umani, non hanno razza ed è inaccettabile che un bimbo nato in Italia goda di tutti i diritti negati invece ad uno che nasce in Africa. Conoscere i diritti della Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, conoscere i modi più comuni con cui questi diritti vengono calpestati equivale a diffondere una cultura di rispetto, di pace e di eguaglianza per tutte le nuove generazioni.
La scusa per parlare di questi temi è aver reperito in una discarica il manoscritto di una versione “apocrifa” della Commedia scritta da tal Ciro Alighieri, ovviamente in napoletano dove è descritto solo l’inferno, l’inferno che vivono i bambini cui ogni diritto è negato…. Sulla scena una lavagna e un leggio, due elementi scenografici semplici perché in verità tutto gira intorno alla grande maestria di Covatta che ci regala una performance che lascia il segno.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.