WhatsApp bloccherà l’aggiunta ai gruppi senza consenso

C’è una caratteristica che fino ad oggi ha impensierito la maggior parte degli utenti del software di messaggistica più utilizzato nel mondo. Ci si riferisce alla funzione che permette a chiunque di creare un gruppo su WhatsApp e poi aggiungere a piacimento tutte le persone che desidera, anche se le stesse non abbiano espresso alcun consenso. Molte volte, infatti, ci si ritrova iscritti in un gruppo, si ricevono migliaia di notifiche e purtroppo non si ha nessuno strumento per poter bloccare questo fenomeno; se non cercando di entrare nel gruppo incriminato e trovare la funzione che permetta di abbandonarlo (lasciando comunque traccia di essere stati membri del gruppo su WhatsApp).

I programmatori dell’App di messaggistica più diffusa stanno lavorando per far sì che questa piaga dell’aggiunta automatica ai gruppi venga arginata il prima possibile. Ci sarà, infatti, una funzione che permetterà all’utente di decidere chi potrà aggiungerlo ai gruppi: tutti, nessuno opppure solo i propri contatti. Secondo i più informati, tutti coloro che programmano WhatsApp starebbero studiando come implementare al meglio la funzione di autorizzazione per i gruppi e dovranno optare per una di queste possibilità:

  1. l’utente potrà essere sempre aggiunto in tutti i gruppi;
  2. non potrà essere aggiunto nei gruppi direttamente ma riceverà una notifica con all’interno una richiesta valida per 72 ore, ogni volta che qualcuno tenterà di aggiungerlo al gruppo; 
  3. selezionando “i miei contatti”, l’utente potrà essere sempre aggiunto nei gruppi da parte della propria lista contatti.

Di Massimo Di Giacinto

Articolista da più di vent’anni. Ha collaborato con diverse testate cartacee e on-line. Ha fondato uno dei primi siti di informazione sul web e una delle prime Web TV in Italia. È appassionato di fotografia, giornalismo, informatica, tecnologia e di tutte le nuove forme di comunicazione.