L’Aquila, recuperati 2 scialpinisti in pericolo

scialpinisti

Gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo (Cnsas), stazione di Avezzano, hanno soccorso due scialpinisti romani in difficoltà. I due sciatori avevano raggiunto la vetta del monte Viglio, la cima più elevata dei monti Càntari a cavallo tra la provincia dell’Aquila e quella di Frosinone.

Dopo la discesa con gli sci sul vallone della Portella, i due proseguivano a piedi per un breve tratto cercando di concludere l’escursione in poco più di due ore. Una volta tolti gli sci hanno imboccato il sentiero, ma si sono ritrovati in una zona con salti rocciosi anche di 20 metri. Una di queste pareti verticali ha arrestato la discesa. Consapevoli del pericolo che stavano correndo, a qualche centinaia di metri dalla loro auto, i due hanno preferito allertare il 118 che è intervenuto, mettendo in salvo i due scialpinisti.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.