Orsogna, Chieti, teatro La terra è di chi la canta

lara molino

A (Chieti) musica e parole si fondono in un omaggio all’Abruzzo.
Continua la Stagione teatrale programmata da ACS Abruzzo e Molise Circuito Spettacolo al teatro comunale di Orsogna dove, sabato 16 marzo alle ore 21,00 va in scena lo spettacolo musicale “La terra è di chi la canta” con Lara Molino voce e chitarra, Giuliana Antenucci testi e voce narrante, Giuseppe Di Falco fisarmonica e  Eugenio Timpani violino, a cura del Teatro del Paradosso.

Un recital, uno spettacolo teatrale, denso di musica, della musica folk di Lara Molino che è stata già apprezzata nel suo ultimo album “Fòrte e gendìle”. Lara Molino, cantautrice di spessore, scrive un’altra opera e le dà un titolo emblematico La terra è di chi la canta “Devo il titolo del recital – dichiara la cantautrice – al mio amico giornalista Gerardo Ferrara che cura una rubrica dall’omonimo titolo nel suo giornale. In quest’ultimo anno ho incontrato tanta gente ai miei concerti. Queste persone, il loro affetto e incoraggiamento, riescono a non farmi demordere e mi danno la spinta a continuare a comporre e cantare”.
Lara, in questo recital, dà nuova linfa ad alcuni suoi brani presenti nel disco e ne compone di nuovi. Tra i brani inseriti in scaletta, oltre le composizioni della Molino, anche due antichi canti della tradizione popolare abruzzese, cercati e trovati nella raccolta del professor Emiliano Giancristofaro.
ùIl testo teatrale del recital è in lingua italiana, composto da Giuliana Antenucci, attrice e regista, da 15 anni al Teatro Marrucino di Chieti, che è anche la voce narrante, le canzoni in vernacolo abruzzese. Un’opera in cui c’è molta poesia e insieme realismo, in cui c’è divertimento, quando si parla del folletto “Mazzemarèlle”, ma anche malinconia quando si canta “ L’emigrànde”.

Chi è Lara Molino
Nata a Chieti e residente a San Salvo (CH), Lara Molino è una cantautrice, insegnante di musica e musicoterapeuta, ha composto circa 200 canzoni in italiano e vernacolo abruzzese.
Suona la chitarra, l’armonica a bocca e diversi strumenti a percussione. Ha inciso diversi dischi, tra i quali “Il mio angolo di cielo”, prodotto da Massimo Varini e “Fòrte e gendìle”, prodotto da Michele Gazich.
Ha studiato Canto presso l’Accademia Musicale Pescarese e Chitarra Blues e Fingerpicking col Maestro Paolo Giordano. Si è diplomata in Musicoterapia nel 2016.
Ama la Poesia, scrive poesie e canzoni dall’età di 13 anni.
Insieme a Michele Molino (poeta e padre dell’artista) ha scritto le 10 canzoni contenute nell’Album in dialetto abruzzese dal titolo “Fòrte e Gendìle”, pubblicato il 9 giugno 2017.
Ha tenuto concerti in Italia e all’estero: Polonia, Spagna, Canada.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.