Lanciano, donne aggredite e derubate al cimitero

Cimitero Lanciano

Due donne aggredite e derubate al cimitero mentre erano in visita alla tomba di un congiunto. L’episodio è avvenuto a al cimitero di Madonna del Carmine.

La polizia ha identificato e bloccato i due autori che sono stati arrestati e rinchiusi nel supercarcere con l’accusa di rapina: si tratta di un uomo di 35 anni, e uno di 40 anni, da tempo residenti a Lanciano ma originari di Napoli. Le due donne sono state avvicinate dai malviventi che erano incappucciati e con il viso coperto. La prima ad essere stata aggredita è stata la figlia alla quale hanno strappato a forza la borsetta contenente 100 euro e gli effetti personali, di fronte a tale violenza anche la mamma ha cercato di intervenire ed è stata a sua volta pesantemente strattonata.

Dopo l’allarme lanciato da un poliziotto e un carabiniere in borghese che si trovavano nei pressi del cimitero, la pattuglia del 113 si è messa alla ricerca dell’auto che è stata intercettata e bloccata in centro a Lanciano.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.